lunedì 10 marzo 2014

Mousse al cioccolato di casa mia


L'ho già scritto nel mio ultimo post, e lo ripeterò
La Festa della Donna è ogni giorno.
Nel senso che ogni giorno c'è qualcuno che la festa cerca di fargliela, in un modo o nell'altro.
Ci sono Paesi dove le donne per poter richiedere un documento di identità debbano avere il permesso di un parente maschio.
E se ritiene che non sia necessario, pazienza.
Non sarò registrata nemmeno la tua morte, dato che nessuno lo ha fatto con la tua vita.
Ci sono Paesi dove le donne non possono guidare l'automobile, e dipendere sempre da qualcuno per spostarsi.
Ci sono Paesi dove le donne non possono indossare ciò che desiderano, perchè almeno velate da ampie palandrane non indurranno in tentazione tutti i santi uomini che le circondano.
Ci sono Paesi dove andare dal medico senza un parente maschio non è possibile.
Augurati di non sentirti mai male mentre tuo marito è al lavoro.
Ci sono Paesi dove nessuno litiga per le quote rosa: è ancora il diritto di voto, ad essere richiesto.
Ci sono Paesi dove andare in bicicletta non è consentito, perchè il mezzo è considerato indecente.
Ci sono Paesi dove sedersi su un'altalena può risultare sconveniente.
Ci sono Paesi dove sei coperta da capo a piedi, e ti si vedono solo gli occhi: ma magari sono troppo belli o troppo truccati e per colpa tua qualcuno cadrà in tentazione.
Ci sono Paesi dove l'istruzione femminile è un optional, dato che nessuno crede dietro quel velo nero ci sia anche un cervello.
Ci sono Paesi dove lavorare è una conquista recente, ma ad esempio farlo in una gioielleria non è consentito: se sei donna potresti non avere, dicono, le forze necessarie per difendere la merce da eventuali ladri.
Ci sono Paesi dove tuo marito lo sceglie qualcun altro.
E fa niente se ha settantanni più di te.
Ci sono Paesi dove tuo marito può divorziare e sbatterti per la strada semplicemente pronunciando tre parole davanti a testimoni.
Ovvio che se vuoi farlo tu, invece, devi rivolgerti ad una corte e portare prove su prove delle motivazioni che ti hanno spinto.
Auguri, donne.
Di nascere sempre nel Paese giusto.


La mousse in questione è di un buono, ma di un buono che non sembra nemmeno possibile. Gli albumi montati danno, dopo il riposo in frigo, una consistenza spumosa che fa mugulare chiunque l'assaggi.
La ricetta viene dall'agenda gialla e marrone di mia madre, e come tante ricette del passato usa allegramente uova crude.
Personalmente non ho problemi a farlo, dato che posso reperire uova di sicura freschezza. 




MOUSSE AL CIOCCOLATO
per 12 bicchierini come in foto

250g di cioccolato fondente
2 cucchiai di caffè freddo
30g di burro
5 uova freschissime
4 cucchiai di zucchero a velo


Sciogliere a bagnomaria il cioccolato spezzettato insieme al burro ed al caffè. Far intiepidire e aggiungere i tuorli ad uno a uno, senza aggiungere il successivo se il primo non risulta assorbito.
Unire quindi lo zucchero a velo e mescolare vigorosamente con una frusta a mano finchè il composto sarà lucido ed omogeneo.
Montare gli albumi ed unirli al composto con delicatezza per non smontarli: il tutto prenderà un aspetto liquido e poco confortante, non spaventatevi.
Versare nei bicchierini, coprirli con pellicola e metterli una notte in frigo.
Al freddo rassoderanno prendendo la consistenza per cui sarà impossibile smettere di mangiarne.
Servire con cialde e biscottini.

NOTE

- il dolce deve essere per forza di cose preparato il giorno prima rispetto a quello in cui va consumato.

- la mousse ormai rassodata è divina anche farcire torte, bignè e chi più ne ha più ne metta.


51 commenti:

  1. Ciao Stefania. E' vero, nascere nel paese giusto . E nella famiglia giusta perché anche quello non è' irrilevante, come insegna la cronaca.... Quanto alla mousse, da un po' ne cercavo una di semplice preparazione per farcire torte :) sapere che viene dal l'agenda della tua mamma, quindi dai tuoi affetti più caldi e buoni , la rende ancora più speciale ai miei occhi . La rende preziosa come la tua generosità a scrivere e condividere con noi. Un bacione, Nicoletta/Nikita :)

    RispondiElimina
  2. condivido tutto quello che hai scritto... siamo state fortunate a nascere dove siamo nate... e intanto mi consolo con questa magnifica mousse..

    RispondiElimina
  3. Vivere nel paese giusto, circondate da uomini giusti.
    Perché, ahimè, posso testimoniare ampiamente che ci sono maschi piuttosto "arabi" anche qui da noi...

    Questa mousse non vedo l'ora di spalmarla dentro una torta...tipo la mia adorata old-fashioned di Nigella :D

    RispondiElimina
  4. A volte essere nata nel paese giusto è decisamnete un gran solllievo tesoro visto come vivono le donne in certi paesi!!!Questa mousse è semplicemente sublime cara e mi hai addocito il lunedi!|!Baci,Imma

    RispondiElimina
  5. Mousse meravigliosa e parole BELLISSIME! Complimenti anche per l'iniziativa un lampone nel cuore io non ho un blog e probabilmente non ne avro' mai uno ma se lo avessi avuto in questa circostanza avrei usato le tue stesse parole! Felice settimana e GRAZIE di tutto :)))

    RispondiElimina
  6. Brividi... Se penso a queste donne costrette a mortificare il proprio essere, impallidisco.
    Mi chiedo perchè. Perchè tale ingiustizia, tale barbaria, tali negazioni. Perchè....
    Sono una donna fortunata, è vero, come tutte le mie connazionali, nonostante le grosse contraddizioni che viviamo anche qui. E ce se ne sono, per quanto possano apparire futilità rispetto alla negazione di poter andare da un dottore... C'è ancora tanto da fare....
    E concordo in pieno con te: bisogna fare qualcosa, sempre, tutti i giorni, anche solo con un messaggio, un appello, una telefonata e diffondere così un pensiero... tenendoci per mano si può fare qualcosa.
    Favolosa la mousse;) come tutte le tue ricette, fast & easy particolarmente nelle mie corde:) un abbraccio:*

    RispondiElimina
  7. Credo di aver detto ciò che pensavo nel tuo post precedente.
    Auguri tutti gli altri 365 giorni dell'anno a tutte le donne meno fortunate di noi.

    La Moussse ( la maiuscola è d'obbligo!!) della tua mamma è un pezzetto di paradiso...solo a guardarla si vedono la morbidezza e la cremosità...
    ...e poi le cialdine...uhmmm che bontà!!!

    RispondiElimina
  8. Questa ricetta entra senza dubbio nella mia top ten delle tue delizie!!! non vedo l'ora di provarla!!sul resto del post..vabbe ma che commento a fare! ;)

    RispondiElimina
  9. quando si dice"nascere con la camicia"... :)che delizia la tua mousse :)

    RispondiElimina
  10. Difficile dimenticare il post sulla studentessa morta di infarto in un campus perché il medico non poteva entrare in un dormitorio femminile. Difficile perché nel contesto che conosciamo da troppi racconti, compresi i tuoi, è più che plausibile.
    Ma questo episodio, almeno, è emerso.
    Il che non le restituirà la vita, purtroppo, ma si spera che almeno aiuti a non ripetere scene del genere.
    Quello che è impossibile togliersi dalla testa, una volta che lo si è letto, è il resto.
    Le migliaia di donne a noi per sempre sconosciute, milioni su scala planetaria, curabili ma non curate perché il medico è maschio, perché è lontano e non val la pena portarcele, perché sono donne e non hanno valore, le loro malattie sono trascurabili, possono essere schiacciate da gravidanze continue o precocissime, dall'essere bestie da soma, da incidenti domestici spesso mortali, al punto che alcuni medici si chiedono se non siano suicidi mascherati. Senza nulla di eclatante, senza scene madri di amiche intorno ad attendere un'ambulanza che non arriva. Semplicemente senza farci caso, giorno dopo giorno, nella routine del quotidiano tirata avanti con sempre più fatica, finché la più banale delle malattie diventa mortale e morte.
    L'ignoranza e la superficialità profonde di chi pensa che il maschilismo "c'è anche da noi, dopotutto, ecchesarammai, voi non lo sapete eh eh, adesso ve lo spiego io.". Certo che c'è anche da noi, e fa i suoi bravi guai. Ma almeno gli spazi di manovra sono più vasti, le libertà altrettanto, l'eguaglianza legale ottenuta a suon di battaglie purtroppo non sempre cortesi ha avuto delle ricadute enormi sulla vita quotidiana come sulle scelte importanti.

    La mousse mi piace, non ho il terrore delle uova crude, l'equilibrio grassi e dolci non è da ricetta USA, io magari userei un po' meno zucchero, ma si rientra nel gusto personale. Sul serio, quando si leggono queste ricette che hanno già qualche anno ci si chiede se davvero oggi non stiamo adottando senza reale necessità dei rapporti tra lievito/zuccheri/grassi importati da oltreoceano un po' poco razionali.

    RispondiElimina
  11. Fantastica davvero, un dessert da risotrante fatto in casa =)
    Vale

    RispondiElimina
  12. Auguri a te, e auguri alle donne. tutti i giorni.
    Per non dimenticare che in una fetta del mondo, l'augurio di condurre una vita decente, a molte donne serve.
    Girl power
    Leo (sì un maschietto)
    Ciao Leo

    PS: la mousse mi sembra facile facile, ed io ho giusto dei bignè congelati che devo utilizzare prima che sia troppo tardi. Proverò!

    RispondiElimina
  13. il rispetto per ogni essere umano e per tutte le donne in primis, troppo spesso "violentate" in tutti i sensi.
    Ottima mousse! Baci

    RispondiElimina
  14. certo noi i nostri diritti li diamo per scontati, ma non per tutti lo sono, è vero, non bisognerebbe mai dimenticarlo! Ottima la mousse, golosa e confortante....si potrà dire di una mousse? :D
    Un bacio e a presto

    RispondiElimina
  15. hai ragione, dovremmo ricordarci sempre che non tutte le donne purtroppo vivono situazioni di libertà!
    La mousse è deliziosa, un vero confort food!:D
    Ciao e a presto

    RispondiElimina
  16. Che bonta!!! cioccolato amore mio !!!

    RispondiElimina
  17. Auguri a te, che vivi in un posto non esattamente al top per i diritti delle donne ..-)
    Buonissima questa crema, mi ricorda una crema di mia nonna che non sono mai riuscita a rifare, ma lei usava il cacao. Intanto, proverò la tua!.-)
    Ciao Araba!
    Cinzia

    RispondiElimina
  18. Leggendo questo post ho pensato a quanto cose abiamo appreso grazie a te.
    Grazie.

    Poi sono arrivato alla ricetta e ho pensato: ma perché Stefania non attinge più spesso all'agenda gialla e marrone della mamma? :)))))))))))

    Particolare l'aggiunta del caffé, che di sicuro rende il sapore ancor più gradevole.
    Quanto alle uova, ritengo che per questa ricetta non si possa procedere con la pastorizzazione casalinga, visto che servirebbe una quantità di zucchero che renderebbe poi stomachevole la mousse.
    Piuttosto sfrutterei il calore del cioccolato.... ;)

    RispondiElimina
  19. È incredibilmente identica alla ricetta di MiaMamma <3

    RispondiElimina
  20. Una ricetta che non conoscevo e che mi appunto, ma il blog invece lo conosco bene e ne approfitto per ribadire che passare da te dà un senso alla mia pausa caffé davanti al computer...
    ti abbraccio
    simo

    RispondiElimina
  21. non ci è andata troppo male come Paese va...!
    buona la mousse :-)

    RispondiElimina
  22. spettacolare!!! ma sai che ho pensato proprio ai tuoi racconti sabato...

    RispondiElimina
  23. E' proprio il caso di dire che siamo fortunate a essere nate qui!
    La mousse? ME RA VI GLIO SA!!! buona settimana!

    RispondiElimina
  24. in effetti, ci capita spesso di non pensare che -volendo o meno- siamo fortunate ad esser nate qui...
    :-/

    che dire Stefy della mousse? è una Signora Mousse....che ti risolleva il morale, che ti ingolosisce anche solo a guardarla in foto...una favola!

    RispondiElimina
  25. quanto sono vere le tue parole Stefania...lo ripeto sempre anche a mia figlia!
    ottima la tua mousse, la proverò........
    un bacione

    RispondiElimina
  26. Ogni volta che leggo un tuo post passo un bel po' di tempo a riflettere, le tue parole sono davvero vere, reali.. raccontano ciò che è e che troppo poco spesso sentiamo dire. Beh, grazie Stefania :) grazie davvero.. visto che ogni giorno è la festa della donna, ed io l'altro giorno non sono riuscita a passare per tutti blog, allora te lo dico oggi.. Auguri donna :D
    un bacione! e buona settimana <3
    Silvia
    p.s: ottima ricetta, caffè e cioccolato forever ;)

    RispondiElimina
  27. Ogni volta che leggo un tuo post mi fai ricordare quanto siamo fortunate ad abitare in un paese dove siamo libere e possiamo scegliere leggendo le tue riflessioni davvero non ci si rende conto di quante privazioni le donne in tante parti del mondo debbano subire....
    Bicchierini favolosi, io non ci guarnirei nulla li mangerei al naturale! Un bacione

    RispondiElimina
  28. condivido in pieno!
    Mi godo questa tua delizia, un abbraccio.

    RispondiElimina
  29. Belle sempre le ricette dei vecchi quaderni...

    RispondiElimina
  30. hai ragione, è proprio una fortuna nascere nel posto giusto...o quasi giusto. piuttosto, questa ricetta potrebbe fare al cao del mio contest, pensaci...è bello che venga da un'agenda gialla e marrone ;)

    RispondiElimina
  31. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  32. Stefania quanto hai ragione e ogni volta che leggo le tue storie mi sento "fortunata" nell'essere nata nel paese giusto, anche se a volte la vita è crudele e nonostante nasci nel paese giusto accadono cose che non vorresti vedere mai! La tua mousse è una delizia se poi è una ricetta della tua mamma mi piace ancor più, baci Enrica

    RispondiElimina
  33. Il tuo post mi ha fatto venire i brividi. Non credo che neppure noi, donne italiane, siamo nate nel posto giusto. Il posto giusto è quello in cui non è necessario ricordare, un giorno all'anno, il ruolo importantissimo che riveste la donna nella società. Il fatto di doverlo rammentare, fa emergere la bassa considerazione che si ha di essa.
    In ogni caso, la tua mousse ha un aspetto meraviglioso *_* immagino la consistenza leggera e cremosa......

    RispondiElimina
  34. Quanto siamo fortunate, lo dimentichiamo troppo spesso, quanto c'è ancora da conquistare è sempre troppo.
    GRazie a te perchè con i tuoi post riesci sempre a mostrarci un'altra faccia della medaglia e grazie allagenda della tua mamma, molto simile a quella della mia! :)

    RispondiElimina
  35. oddio, TU HAI INVENTATO I BROWNIES LIQUIDI!!

    RispondiElimina
  36. siamo molto fortunate! bellissimo post stefy, e goduriosa questa ricetta!!!

    RispondiElimina
  37. stefy, quando leggo delle ingiustizie riservate alle donne che vivono dalle tue parti, una sorta di rabbia e tristezza avvolge il mio cuore...ma perché il mondo non può cambiare, perché?
    Le donne da sempre sono un essere speciale... ma c'è ancora qualcuno che non l'ha capito!
    Mi ritengo fortunata ad essere nata in Italia!
    Chissà che buona la tua mousse, magari la provo! ciao cara

    RispondiElimina
  38. eh già, tantissime donne soffrono ingiustizie di ogni tipo.
    Cambio argomento e commento la mousse: mmmmmmmmmm :-P

    RispondiElimina
  39. quando vedo una tua ricetta, qualsiasi...mi scatta una molla...devo provarla...e poi lo sai che lo faccio .... ;-)

    RispondiElimina
  40. visto che anch'io ho uova freschissime dalle mie gallinelle in giardino.. posso provare questa mousse super golosa!!! buonissima!!

    RispondiElimina
  41. ma con le uova i brick già pastorizzate 0 rischi e sicura bontà! gran buona ricetta!

    RispondiElimina
  42. Posso solo immaginare quanto sia cremosa e soffice questa mousse ancora di più da quando sono a dieta.
    Per la giornata della donna, da ciò che hai scritto e dai promemoria in neretto di precedenti post, deduco che per le nostre sorelle in abito nero non ci sia molto da festeggiare, anche se non ti nascondo che io non lo faccio da anni ormai, soprattutto da quando Noi Donne siamo le Protagoniste della cronaca Nera. Mi rifiuto di pensare cosa troveranno le nostre figlie andando di questo passo.
    Mah!
    Un abbraccio Stè.
    Vale

    RispondiElimina
  43. in mezzo a tanta sofferenza.......meno male che, almeno, c'è del buon cibo!!!!!!!
    un bacione!!!!!!

    RispondiElimina
  44. Adoro le mousse e questa mi sembra perfetta!!! Me ne sono già innamorata, grazie carissima Stè.

    RispondiElimina
  45. festa della donna ogni giorno un giorno all'anno non ha senso, un po come la tua cioccolato più giorni all'anno d aun ottimo contributo alla dolcezza della vita :-)

    RispondiElimina
  46. Golosa! Mi farebbe molto piacere se passassi dal mio blog: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  47. Vere verissime le tue parole Stefania ...
    La tua mousse mi conquista con l'aggiunta della nota del caffè. E mi incuriosisce tantissimo! Ho una ricetta simile, ma diciamo meno calorica (non ha tuorli e non ha burro). La proverò di certo perché la consistenza che ottengo con l'altra è favolosa .... ma con la tua di certo otterrò un risultato ancor più soddisfacente.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  48. Verissime le tue parole e come sempre mi apri gli occhi e ancora una volta capisco che grande fortuna abbiamo... La mousse è spaziale!

    RispondiElimina
  49. Mi sembra un augurio più che giusto.. e ogni tanto ci si dimentica della fortuna di vivere in un Paese giusto (anche se non su tutto, almeno su certe cose).

    La tua mousse deve essere davvero divina!

    RispondiElimina

Leggi i post precedenti: