giovedì 24 marzo 2011

Macarons al lemon curd


Ci si può innamorare di un dolce?
Si può, si può.
Nemmeno la ricordo la prima volta che li ho visti, ma dev'essere stato durante quel viaggio a Parigi con mamma, papà e mia sorella. Allora non solo non avevo idea di cosa fossero, ma mai e poi mai avrei pensato che quelle torri di dolcini dai colori delicati potessero essere replicate in casa, sembravano opera di una fata.
Erano solo bellissimi, e per certe cose è, indubbiamente, più che sufficiente :-)
Solo da poco, dopo averli ormai mangiati innumerevoli volte ed ammirati su tanti blog, mi sono decisa a cimentarmi. 
E credetemi, mai mi sono sentita tanto stupida.
Lo stesso dolcino che mi ha fatto innamorare può farmi anche tanta paura? Da non resistere alla pena di non vederli riuscire? Ma no! E invece si.
E non chiedetemi il perchè, che le paure sono tutte irrazionali, altrimenti non si spiega come l'altro giorno non abbia aperto la finestra di camera mia per ore data l'inquietante presenza di una cavalletta all'esterno della zanzariera.
A nulla ha potuto mio marito, che mi ricordava la maggiore nonchalanche dimostrata durante un attacco terroristico che abbiamo subito qui anni fa, non se ne è venuti fuori. E finchè la bestia non ha deciso spontaneamente di sparire, dalla finestra mi sono tenuta ben lontana.
Per la tanta paura, ho studiato. Si, ho letto tutto il leggibile, tutti i blog di superesperte, in primis quello di Pinella, poi quello di Mercotte.
Ho comprato libri sull'argomento, ed altri me ne sono stati regalati, dato che quando le fissazioni vengono non c'è divertimento se non si tortura con le suddette chiunque sia a portata di mano, o di Skype.
Credo che solo la disperazione infatti abbia potuto spingere mia sorella a spedirmi dall'Italia il favoloso Macaron, d Pierre Hermè, che sto studiando manco dovessi farci su la tesi di laurea.
E come ciliegina sulla torta, ho pure scaricato un'applicazione a tema sull'Iphone. Si, non ridete.
Ma c'era un video tanto carino che mi faceva credere che i macarons avrei potuto farli anche io...
E quando finalmente ho tirato il sospirone ed ho detto mi butto, l'amara realtà: non ho la bocchetta adatta per la sac a poche! O più grande o troppo più piccola, niente da fare.
Ma come in ogni favola che si rispetti qui arriva lui, il solito supereroe.
Con una bocchetta fatta fare in cantiere apposta per me.
Per farmi contenta.
I macarons sono usciti, al primo colpo, lasciandomi a bocca aperta: non erano poi così complicati...
Accantonato questo, il problema ora è un altro: dove accidenti sarà finita la cavalletta? :-)

I macarons sono belli, si, ma sono anche buonissimi. 
Quelli della foto sono i pochi superstiti di un dopocena in cui ce n'erano almeno 150, di gusti diversi. Ho visto scene alle quali non avrei ma creduto se mi fossero state raccontate, come il mio collega serissimo ed anziano professore canadese, sempre un po' cinico e distaccato, che ne ha messi in bocca tre, uno lo ha annegato nel caffè, per provare, e cinque, giuro, in tasca prima di andarsene. Vabbè che era alticcio, ma gli devono essere piaciuti sul serio...specie questi dal gusto limonosissimo.
E non dimenticate che dovendo riposare 24 ore prima di essere gustati vanno preparati in anticipo, per farvi fare bella figura con poco sforzo ;-)
Questa ricetta va ad Ornella, per il consueto appuntamento con il calendario di Ammodomio.






MACARONS AL LEMON CURD 
( per circa 15-20 pezzi) 
di Stephane Glacier

50 g di albumi vecchi di qualche giorno
13 g di zucchero semolato
2 gocce di succo di limone
112 g di zucchero a velo
62 g di farina di mandorle
poco colorante in polvere o pasta, facoltativo

per il lemon curd di Martha Stewart

un uovo intero e 4 tuorli
100 g di zucchero
40 ml di succo di limone
15 g di burro

La prima operazione da fare e' separare gli albumi necessari dai tuorli. L'operazione andrebbe fatta 5 o 7 giorni prima di quando si vogliono usare, tenendoli in frigo in un recipiente di vetro coperto con pellicola.
Quando si decide di utilizzarli, tirarli fuori dal frigo un'ora prima.
La seconda, e' mettere nel mixer lo zucchero a velo e la farina di mandorle, farle girare per pochi secondi (meglio usando la funzione pulse, per non farlo scaldare ) e versare poi il composto ben omogeneo in una ciotola.
Cominciare quindi unendo le gocce di succo di limone agli albumi e montarli con le fruste a forte velocita'. Pian piano, man mano che montano, aggiungere lo zucchero semolato in tre volte.



Appena il tutto risulta una meringa ben ferma, unire in una volta la farina di mandorle miscelata precedentemente nel mixer con lo zucchero a velo, e l'eventuale colorante, e girare energicamente dal basso verso l'alto per amalgamare. Ecco la foto del composto dopo un paio di colpi di spatola:


Fermarsi non appena il composto ricadra' "a nastro" dalla spatola. Se a questo punto andrete troppo avanti a girare il composto diventera' piuttosto liquido e totalmente ingestibile.


Montare alla sac a poche una bocchetta liscia da circa un cm, versarvi dentro il composto e procedere a formare i macarons su una teglia coperta con carta forno.
Attenzione che la carta forno stia completamente piatta, o avrete macarons dalle forme picassiane...
Non fateli troppo grandi, diciamo 3 cm al massimo, perche' poi si allargano un po'.
Sbattere quindi con molta delicatezza la teglia sul piano di lavoro, coperto con un panno da cucina, come ordina Pierre Hermè :-) Questa operazione serve a farli diventare lisci, senza l'antipatico ciuffo sulla sommita'.
Ora fate riposare le teglie all'aria per un'oretta.


Preriscaldare il forno ( io sempre statico) a 150 gradi. Passato il tempo del riposo, infornare una teglia alla volta. Dopo 5 minuti, aprire un po' il forno per far uscire il vapore che si sara' formato. Richiudere e continuare la cottura altri 7-8 minuti circa.
Ovviamente con la cottura bisogna provare con il proprio forno, potrebbe volerci qualche minuto in meno nel vostro, o in piu', nel mio in meno di quindici minuti sono sempre pronti.
Eccoli pronti con il tipico collarino bene in vista


Far scivolare subito via la carta forno dalla teglia, per evitare che i macarons continuino a cuocere, ed aspettare che siano perfettamente freddi per staccarli.
Da freddi potete procedere alla farcitura.
Dopo averli farciti e' essenziale che i macarons riposino 24 ore in frigo, dove i sapori si fonderanno e loro prenderanno la consistenza per cui sono famosi.
Tirarli fuori pero' almeno mezz'ora prima di servirli.
Per il lemon curd, da preparare con almeno un giorno di anticipo: mischiare in uan casseruola l'uovo intero, i tuorli, lo zucchero ed il succo di limone.
Girare con una frusta a mano e mettere sul fornello, a bagnomaria (confesso che disobbedisco e cuocio direttamente su fuoco bassissimissimo) girando continuamente. Fermarsi quando il composto prende consistenza e vela un mestolo o un cucchiaio.
A questo punto aggiungere il burro, un pezzetto alla volta, girando energicamente per farlo sciogliere.
Togliere dal fuoco, passarlo ad un colino e metterlo in un barattolo. Farlo raffreddare a temperatura ambiente e poi in frigo.

NOTE:

- non fate come me e buttatevi a pesce, sono molto piu' semplici di quel che sembrino.

- i macarons sono molto, molto piu' buoni dopo il riposo in frigo, quindi non fatevi fuorviare da un assaggio troppo presto.

- se la povera Martha Stewart non gode della vostra simpatia, c'è sempre il lemon curd di Jamie Oliver, altrettanto buono.

- se i macarons si crepano, puo' essere un problema di temperatura di cottura troppo alta. Abbassate e riprovate ;-)

- i gusci di macaron non farciti possono essere congelati. Scongelateli in frigo e procedete alla farcitura.

207 commenti:

  1. solo la lemon curd poteva convincermi a provare questo dolcetto che a me sembra un po' stucchevole! evidentemente dovevo aspettare la tua versione! slurp!!!

    RispondiElimina
  2. Meravigliosi!! Mai fatti, però!
    Ne sento tanto parlare, li trovo bellissimi nelle presentazioni sui vari blog ma sono titubante. Li trovo talmente perfetti che ho paura che non mi vengano bene.
    Si ho letto le tue note: sono più semplici di quello che sembra; ma è come per la cavalletta: sono innocue, lo sai, eppure ti fanno paura.
    A proposito, io ne ho una gigantesca, che vive fisso nella bucanvilla sotto la mia finestra. NOn va mai via, la trovo spesso attaccata alle mie zanzariere. E' talmente grande che quando salta ne senti il rumore a distanza e non scherzo!

    RispondiElimina
  3. Semplicemente meravigliosi, anche io ho la tua stessa paura ma non so se le tue parole mi convinceranno, tu sei bravissima e io non credo che riuscirei ad ottenere il medesimo fantastico risultato!! Diciamo che sono convinta al 50%. Baci

    RispondiElimina
  4. Gioia mia...sei la mia salvatrice! Non esagero...ho fatto i macarons due volte: la prima una ciofeca...perchè gli albumi erano piccolini e l'impasto troppo asciutto...la seconda più decenti, sapore divino, coroncina, ma bassini, forse troppo liquido l'impasto. Ora col tuo passo passo ho potuto notare la giusta consistenza...e li rifarò. Solo una domanda....la forma? Come hai fatto a farli tutti così belli e uguali?...Immagino che sia anche questione di "mano" ....:)

    RispondiElimina
  5. Non so da dove cominciare e dico sul serio ... mi soffermo però solo sul collega canadese e le sue "prove tecniche" forse perché mi immedesimo in lui .....
    I complimenti e l'applauso come di rito, ma anche di più :D

    RispondiElimina
  6. Ho scaricato e letto tutto quanto si possa leggere in merito...ma il timore reverenziale è pur semère rimasto. Cucino da soli 4 anni e quindi senza una buona base di teoria nemmeno mi ci accosto. Ora e non scherzo so che posso cimentarmi perchè so quanto tu possa essere precisa e puntuale con i tuoi consigli (do you remember...Roux?! :P ahahhhaha) quindi se trovo il tempo aspettati un migliaio di mail in privato ni merito a dubbi e perplessità in merito ai macarons!! :P ahahahahahahah
    Scherzo, il post è già stracompleto di suo....concludo con i complimenti a te ed al supereroe ovviamente! :))))))))))

    RispondiElimina
  7. Si vede che ho scritto senza rileggere?! :P sorry...ma sono di fretta...solo sul copia ed incolla sono stato preciso!! :PP

    RispondiElimina
  8. Questi macaron credo siano i più belli mai visti, proverò anche questa ricetta.
    Il lemon curd è una droga, in questo momento mi piace più della cioccolata:))
    Anch'io ho scaricato la app su ipad della mercotte e l'ho trovata incoraggiante per fare i miei primi macaron, i tuoi però sono superlativi!!
    Besos
    Pat

    RispondiElimina
  9. Allora dici che mi posso buttare?!?!? Perchè quest'amore segreto me lo porto dietro da tanto ma il coraggio di dichiararlo ancora si fa vedere!!!
    Sono bellissimi ^__^

    RispondiElimina
  10. Sono praticamente rimasta l'unica a non aver mai fatto i macarons, vado a segnarmi con la lettera scarlatta ;-))
    Quest'inverno ho mangiato quelli fatti dalle manine magiche di Edda (per inciso, meglio di quelli di Hermè), ora vedo questi tuoi, ho capito che non ci proverò per non andare in ansia da prestazione, non mi sento pronta per la delusione.
    Bacioni

    RispondiElimina
  11. sono bellissimi... sicuramente buonissimiiiiiiiiiiiiiii!!

    RispondiElimina
  12. bravissima!!! no...no....comunque anche io ho studiato all'inverosimile, ho visto decine di video, letto innumerevoli ricette e fatto altrettanti tentativi. Ma niente. eppure in cucina me la cavo. O non viene l'impasto, o quando viene bene l'impasto la cottura rovina tutto....sto per arrendermi.......anche se in frigo ho un barattolo di lemon curd fresco fresco.....!!!!

    RispondiElimina
  13. Ohhhh...che impalpabile incanto...
    Sai da quanto vorrei imparare a farli...ma...ho paura dello spatasciamento????
    Si, son pasticciona, lo so....
    baci cara

    RispondiElimina
  14. Anch'io non mi sono mai cimentata con i macarons..e per un pezzo credo non potro' farlo..un po' per timore reverenziale di non riuscire a farli ma soprattutto perchè contengono la farina di mandorle ed in casa mia tutto cio' chè e frutta secca è fuori legge..allergia del figlio...mi devo accontentare quindi di ammirare la tua opera d'arte e sgolosare davanti allo schermo del pc ^_^
    ciaooooo
    p.s. comprendo e condivido appieno la tua paura delle cavallette :))

    RispondiElimina
  15. io tra i fornelli sono una frana, e con i dolci peggio, ma devo dire che leggendo il tuo blog mi è venuta voglia di cucinare!

    RispondiElimina
  16. sono rimasta bloccata davanti alla foto...spettacolare...e ti pare che non li copio??? le tue ricette sono una garanzia!!!!!!!baci!

    RispondiElimina
  17. ma che carini, sono stata a vienna da pochi giorni e questi dolcini spuntano nei negozi come pepite dorate quasi dei gioielli preziosi, sono elegantissimi e troppo bell...poi al lemon curd che è la mia nuova fissa del momento, come ogni cosa al limone!!! bravissima e accuratissima come sempre...cia stefy!

    RispondiElimina
  18. Che meraviglia, sono perfetti, per come li hai illustrati sembrano facili... sei stata bravissima! Baci

    RispondiElimina
  19. mmm....mmmm....mmmm....mi stai tentando!!!MI piaccono tantissimo....Quelli di Pinella mi fanno impazzire!!!
    Ho paura però a farle perchè a dir la verità non riesco a fare nemmeno le meringhe!!!
    Però, ieri ho fatto dei dolcini e ho in frigo quasi 7 bianchi di uovo....forse forse domenica mi butto!!!Arabellaaaaa..questa non me la dovevi fare!:P Sarà solo colpa tua! eheheheh

    RispondiElimina
  20. Sono bellissimissimi, così sofficiosi :)

    RispondiElimina
  21. I macarons mi hanno sempre ispirato un timore reverenziale e me ne sono sempre tenuta lontana. Quasi quasi provo a farli in questi giorni, da sola e lontana da occhi indiscreti... un discorso tra me e loro e vada come vada

    RispondiElimina
  22. Io sono ancora vittima del terrore "macarons". Non so perche' ma mi sono convinta che non mi verranno mai ;)
    sinceramente non e' che mi piacciano tantissimo, trovo che siano un po' troppo dolci per i miei gusti, ma forse con il lemoncard a dare quel tocco acidino che adoro potrei ricredermi.

    RispondiElimina
  23. io mi sono innamenrada ti questi dolcetti....

    RispondiElimina
  24. Questi macarons sono perfetti, così allegri e solari sono bellissimi per l'inizio della primavera! Io non li ho mai fatti...ho sempre creduto che fossero troppo difficili ho il timore di dover buttare tutto per aver fatto una schifezza...ma mi affascinano troppoe prima o poi li dovrò provare!

    RispondiElimina
  25. una meraviglia ... brava Araba :))

    Un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  26. Uhmmmm me encanta el lemon curd y esos macarons te quedaron perfectos !!!

    RispondiElimina
  27. Sai che non mi ci sono mai lanciato?
    Un po' per pigrizia, un po' perché ho sempre pensato non mi potessero piacere.
    Ma mi sa che questa volta è la volta buona!!!
    (magari li faccio con Gambetto!)
    :)))

    RispondiElimina
  28. I macarons mi hanno sempre terrorizzata Stefy un po come il pan di spagna che mi mette un ansia:D..li ho provati 2 volte e il risultato è stato discreto ma belli lisci coi nn mi sono mai venuti quindi visto che ormai sei preparatissima con queste dolcini mi segno tutta la ricetta e con calma questo w.e. li provo perche i tuoi sono favolosi!!!!!baci imma

    RispondiElimina
  29. P.S. Stefy una domanda forno statico o ventilato???
    Grazie

    RispondiElimina
  30. Stefyyyyyyyyy!
    Lo sai che ho un debole per il lemon curd..mettici pure che da quando ho assaggiato i macarons per la prima volta me li sogno anche di notte..questi sono perfetti per me, che delizia!
    Bravissima baci e .. abbiamo fatto un ottimo lavoro :) :)

    RispondiElimina
  31. Una storia bellissima, grazie di avercela regalata. A questo punto ci vuole la foto della bocchetta da macarons anziché idrocarburi!!
    Livia

    RispondiElimina
  32. P.S.: la cosa più intrigante dei macarons è sempre il contrasto tra la cupoletta perfettamente liscia e il collarino poroso...
    L.

    RispondiElimina
  33. Credo sia provato che le cavallette non attaccano l'uomo... ;-) Comunque, questa ricetta me la salvo, perché se un giorno mi buttassi so che sarebbe una grande iniezione di autostima culinaria...
    I tuoi sono perfetti.

    RispondiElimina
  34. Ragazza mia, tu sei il mio GURU!
    Hai unito in un solo post i miei tre grandi terrori: macaron, lemon curd e.... cavallette :-D
    Per le cavallette, come sai anche tu, la paura è del tutto irrazionale: io sono arrivata alla conclusione che mi terrorizzano perchè "volano in modo scomposto e imprevedibile". Eppoi, quel rumoraccio che fanno quando saltano....brrrrr!
    Per i macaron e il lemon curd, invece, la storia è diversa: non mi riescono :-S
    Credo siano problemi puramente tecnici perciò.... posso scriverti un messaggio privato?
    Baci
    cmdd

    RispondiElimina
  35. La tua spiegazione è stata talmente dettagliata che non posso esimermi... e pure il lemon curd!!!! Non pensavo fosse così semplice da preparare.... Sei miticaaaaaaa!!!! ^_^
    Franci

    RispondiElimina
  36. Ho provato.. e riprovato.. e riprovato.. sempre un disastro.. tra crepe e bruciature! Di sicuro il mio forno non aiuta.. ma ora ci riprovo, promesso!! Magari li farcisco con una crema di burro d'arachidi :P Che peccato che parto prima che passi di qua!!!!

    RispondiElimina
  37. Sono ancora nella fase del "ho paura di non riuscire...." perciò mi gusto e sbavo doppiamente sui tuoi che son venuti coi FIOCCHI ;-)

    RispondiElimina
  38. ...Ma benvengano le cavallette, se -ad una semidivina di forni e fornelli come te- fanno concentrare a togliersi di dosso le paure!!!
    I tuoi macarons sono splendidi!
    Non ho mai provato a farli e non mi è mai capitato neppure di assaggiarli. Chissà, provando a farli, quale sarebbe il risultato?

    Un abbraccione,
    Ely
    (non più perseguitata dagli squali, sappilo! ^___^ Baciiii)

    RispondiElimina
  39. Mamma mia Stefania!!! Dei veri capolavori!!! Ti è servito studiare tanto, sono perfetti!!!

    RispondiElimina
  40. sono meravigliosi,e grazie per le dritte!!!

    RispondiElimina
  41. Non ho mai preparato dei macarons ma c'è sempre una prima volta. La tua ricetta mi intriga molto quindi credo che ci proverò.
    Grazie!, Silvia

    RispondiElimina
  42. Que macarons más originales, me han encantado.

    Saludos

    RispondiElimina
  43. A dire la verità....i macarons hanno sempre terrorizzato anche me, vuoi x le dosi cosi' precisine, o per la paura di non "beccare" la giusta dose di impasto da far uscire dal sac à poche....io sono un po' pasticciona, e di sicuro non brava come te, ma i macarons sono buonissimi, x cui intanto mi salvo la tua ricetta (anche perché il lemon curd, almeno quello, mi viene bene!!) e poi un bel giorno mi armo di coraggio....e via!!! grazie Arabellissima, buona giornata!

    RispondiElimina
  44. il tuo supereroe è fighissimo!!! Ne hai fatti 150?? ce pazienza che hai!!

    RispondiElimina
  45. eccoli finalmente! e non avevo dubbi, sono perfetti! al limone piacciono tanto anche a me ma la bocchetta fatta su misura è unica, che eroe! :-D
    (per la cavalletta avrei fatto lo stesso, qui è pieno di cimici e non le sopporto...)

    RispondiElimina
  46. Mai fatti i macarons, e passerà molto tempo prima che mi cimenti in quest'opera ;-) I tuoi sono meravigliosi! baci

    RispondiElimina
  47. Parigi é la culla dei macarons! Anche io ho le tue stesse paure. Visti ovunque, sognati di giorno e di notte non ho ancora trovato il coraggio per farli. Quello che più temo é il momento della cottura. Ma prometto che ci provo, lo devo e lo voglio fare. Seguiro' pero', la tua ricetta alla lettera!! :)

    RispondiElimina
  48. sono meravigliosi proverò anche io

    RispondiElimina
  49. ROTFL per i cinque in tasca...:D
    Mai provato a farli, bisogna che ci cimentiamo tutti questi colori sono perfetti per G. :)

    RispondiElimina
  50. F I N A L M E N T E!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    bellissimissimi!

    RispondiElimina
  51. Oddio, sono belli, sono buoni, sono paradisiaci, non sono neanche difficili da preparare ma no, io ho detto basta :)

    Ci ho provato, mi sono tolta lo sfizio, sono usciti bene (e la ricetta è molto semplficata rispetto alla tua! as usual!) ma preferisco mangiare quelli di Ladurée perchè l'impresa non vale la resa... ovvio che se mi spedisci un pacco dei tuoi io sono felicissima :D

    RispondiElimina
  52. Sai che non li ho ancora mai fatti perchè sono tgerrorizzata???? ..... ogni volta li ammiro sui vostri blog..mi dico che devo farli...ma poi.... mi terrorizzano... più che le cavallette.... !!! Sigh....bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  53. Stefaniaaaaaa....pensavo di essere l'unica scema nell'universo ad essere annichilita dall'idea di provare a realizzare questi capolavori. Ho la dispensa piena di farina di mandorle che non oso utilizzare perchè ho paura di fare un disastro e come ho già detto a Cigliegina ed altre meravigliose temerarie che fanno cose strabilianti, secondo me i Macarons sono l'Everest della Pasticceria, ed io sono assolutamente in loro soggezione(non tralasciando che ne vado pazza come vado pazza per tutto ciò che è a base di mandorle). Non sei un bel po' orgogliosa per il risultato? E non dire che è la fortuna del principiante! Ti abbraccio e Brava! PAt

    RispondiElimina
  54. mai fatti nemmeno io, sarà però che li trovo più belli che buoni... ma forse ne serbo un ricordo distorto.. e dovrei riprovarli. ti sono venuti perfetti, complimenti!

    RispondiElimina
  55. Io al contrario di te non li ho mai assaggiati e non riesco neanche ad immaginare come siano, ma li ho visti in giro per blog un sacco di volte e tutte le volte ho pensato che mi piacerebbe provare a farli, ma come te ne sono sempre stata spaventata e non ci ho mai provato, inoltre non avendoli mai assaggiati non saprei neanche se il mio risultato sarebbe buono o no o_O

    RispondiElimina
  56. Bellissimi O_O non li ho mai fatti un pò paura ma vedendo passo passo mi hai convinta!1
    bellissimi complimenti sempre brava!!
    un'abbraccio Anna

    RispondiElimina
  57. Che belli!!!!!...e poi devono essere buonissimi!!!!

    RispondiElimina
  58. Io li vidi la prima volta a Londra, pensa un pò!
    Belle le foto con tutti i passaggi, chissà che bontà, bravissima!

    RispondiElimina
  59. cavolo....li devo provare al piu' presto!i tuoi sembrano cosi' buoni!un abbraccio

    RispondiElimina
  60. Belissimi macarons e certamente molto saporosi. Belissime anche tuo blog con foto meravigliose e riceti molto interessanti.

    Guilherme
    Brasile
    OBS: pùi uno lettore fisso.

    RispondiElimina
  61. Sono bellissimi!!!!! Un gran saluto e un Brava ad ampie lettere....

    RispondiElimina
  62. Favolosi!!!! In effetti fannomolta molta molta paura anche a me... tra láltro confesso anche di non averli mai assaggiati! Lo so lo so é vergognoso e se non fosse per internet neppure saprei come sono fatti (ma dove evevo la testa quando ero a Parigi?) Adesso muoio dalla curiositá di assaggiarli... i tuoi mi sembrano bellissimi... solo una domanda...

    GLI ALTRI GUSTI????????
    XD

    RispondiElimina
  63. Ussegnur.
    praticamente, svenuta già di prima mattina- e non è colpa della pressione bassa...
    e un "te possino" già di prima mattina non te lo toglie nessuno .-))))
    un bacione
    ale
    p.s. a conferma di ciò, mi son pure scordata di inviarti il messaggio...:-))))

    RispondiElimina
  64. sono a casa malaticcia, posso averne un paio per tirarmi su il morale? :)
    baci!!
    sonia

    RispondiElimina
  65. Non ho parole, sul serio! ... io come lydia, non ho mai fatto i macarons. Ebbene si, un'appassionata pasticcera come me non li ha ancora fatti! :( Non so da dove cominciare a farti i complimenti.
    Sei stata davvero bravissima, vedo con piacere che ti sono riusciti alla grande. Eanche il curd... seppur semplice semplice, sembra divino.
    Brava e ancora brava!

    RispondiElimina
  66. ma insomma araba, li vuoi proprio vincere tutti questi benedetti contest???

    RispondiElimina
  67. Mi ha fatto troppo ridere immaginare il tuo collega che se li infilava in tasca :)) Ma come si potrebbe resistere davanti una cosa simile

    RispondiElimina
  68. Io ho provato solo una volta e mi sono venuti tutti rotti :( da quel momento non ho avuto piu' il coraggio.. se dovessi aver voglia di riprovarci seguiro' il tuo post..
    complimenti sono bellissimi!

    RispondiElimina
  69. Mai fatti,un pò li temo,però se tu dici che sono molto più semplici di quello che penso proverò a farli seguendo attentamente le tue istruzioni.Ciao Stefania :-)

    RispondiElimina
  70. ..li fai sembrare così facili da fare!
    Sei quasi l'unica della rete che non ha detto peste e corna contro queste piccole delizie sia alla vista che al palato. Magari un giorno in cui avrò mooooolto tempo (nel caso si rompessero tutti!) proverò la tua versione! Bravissima! Sono proprio belli anche da vedere! ;)

    RispondiElimina
  71. Non ne ho mai assaggiato uno, ma questo più che un articolo è un vero tutorial: chapeau!

    RispondiElimina
  72. Ma sai che non ho mai provato questi dolcetti? Sarà che non amo molto i biscotti fatti solo con albume...però sono davvero molto carini e per una festa sono perfetti, colorati e versatili nei sapori.

    RispondiElimina
  73. sei veramente bravissima, io ho da poco acquistato il libro sui macarons di Felder, ma ti dico che solo leggendo il tuo post mi è salita l'ansia da macaron, non so se sarò capace a superarla. Mi rimetto in silenzio in ammirazione va che è meglio.

    RispondiElimina
  74. Basta ho deciso!!Li faccio perchè sono troppo BELLI!!Grazie per il coraggio...

    RispondiElimina
  75. très réussis ces macarons, avec le lemon curd c'est un pur délice
    bonne journée

    RispondiElimina
  76. Urka!!! sai che sono incantevoli ??? io non ci ho mai provato per timore reverenziale... ma se mi dici che ce la posso fare ... vado subito in giro a cercare la farina di mandorle o aspetto la settimana prossima che forse mi regalano un bel mixer!!

    RispondiElimina
  77. Bravissima Stefania, ti sono venuti benissimo. Sei la mia eroina...hai vinto la tua paura dei macarons....
    Anch'io in effetti non mi sono mai decisa. Chissà che tu non abbia spianato la strada...
    Chissà se sarò così temeraria.
    Quelli gialli sono favolosi.....
    Un colore irresistibile!
    Un bacione e buon w.e

    RispondiElimina
  78. ciao! ^^ se vuoi con questa ricetta puoi partecipare al mio contest: http://japanthewonderland.blogspot.com/2011/02/il-1-contest-dolci-dal-mondo.html

    RispondiElimina
  79. Noi siamo follemente innamorati dei macarons, cosi colorati, cosi buoni, cosi unici! I tuoi sono davvero perfetti!

    RispondiElimina
  80. Anche io li ho mangiati la prima volta in Francia almeno 15 anni fa, e se mi sento dire ancora una volta che non son difficili da fare mi cimento pure io! Questi son proprio stupendi...
    Poi mi fai morire con l'applicazione sull'i-phone... delle volte penso che forse sei peggio di me, ma dico forse :D
    Bacione!

    RispondiElimina
  81. Ma io non ho la possibilità di mettere il forno statico.... Che faccio????

    RispondiElimina
  82. Tes macarons sont parfaits. Très réussis. BRAVO!!!!
    A très bientôt.

    RispondiElimina
  83. Te sei il mio mito...150 macarons?????? è ufficiale, per il divano e aldogiova&giacomo, se ti va puoi portarne anche solo un decimo!! Un bacio grande

    RispondiElimina
  84. Brava! Per me sono difficilissimi, c'è incomprensione fra me e loro! Ancora brava!

    RispondiElimina
  85. Mi piacciono i macaroons, ed anche alla mia bimba (ma i maschi di casa storciono il naso, a meno che non ci sia cocco o cioccolata), ed e' un pezzo che voglio postarli.... quando avro' tempo! Per ora mi guardo i tuoi :-) che sono bellissimi!

    ciao
    A.

    RispondiElimina
  86. Sono senza fiato! quasi commossa dalla bellezza! complimenti!passerà mai a me la paura irrazionale di cimentarmi nei macarons?

    RispondiElimina
  87. Bellissimi, la prima volta che ho visto e sognato di assaggiare i macarons risale a questa estate in Trentino esattamente a Brunico nella famosa pasticceria di Acherer bello il posto incantevola la presentazione..provero' sicuramente questa tua ricetta ciao

    RispondiElimina
  88. Se tu hai avuto paura...è meglio che non cominci proprio allora!! :-D sono davvero super!bravissima!... come hai fatto a farne 150???

    RispondiElimina
  89. Ma sai che pur essendo very gluten free non li ho mai fatti...!?!
    .rimediare immadiatamente devo....
    Seguo il tuo post e poi ti so dire..altrimenti mi mangio anche il pastrocchio che ne viene fuori, a me basta che ci sia zucchero e mandorle e mangio tutto.;-)...Baci

    RispondiElimina
  90. Io li adoro!ne mangerei a vagonate...eheh..anche io ho il libro di Hermé, autoregalo :-p per ora ne ho provati un paio!
    Con il lemon curd devono essere deliziosi!

    RispondiElimina
  91. semplicemente fantastici! ho avuto la fortuna di assaggiare quelli di Pinella, che nulla hanno da invidare a quelli di Ladurée, e da allora ho sempre sognato di provare... sognato e sognato... fosse la volta buona che un sogno finalmente possa diventare realtà?????
    bravissima
    fra

    RispondiElimina
  92. che te lo dico a fare.... come te, conosco a memoria i post della mitica pinella riguardo ai macarons e tutti i personaggi più noti che girano intorno a questi dolcetti. ho sempre voluto provarli ma dopo un'attenta analisi e valutazione delle ricette mi sono orientata su quelli di felder... appena ho il tempo per farli ti rendiconto. baciotto

    RispondiElimina
  93. Beh, a quanto pare lo studio ha portato degli ottimi risultati! Anche io ho fatto i macaron tempo addistero, però non mi hanno entusoissmato. Sono troppo dolci per me....però sono così belli! Mi piacciono tanto i tuoi arancioni!
    P.s. volevo segnalarti che il link "supereroe" sopra non funziona, così magari lo correggi...;)
    Un abbraccio, Martina

    RispondiElimina
  94. Mi hai convinta...provo a farli e se mi vengono bene li propongo a Pasqua...cosi tutti colorati fanno proprio primavera! Dubito che mi vengano perfetti come i tuoi ma mi accontenterò anche se saranno solo minimamente presentabili.
    Grazie!

    RispondiElimina
  95. Anch'io vorrei farli ma mi ero un pò messa paura pensando alla loro difficoltà,ma tu rendi sempre tutto più facile e invitante...ci proverò.Una domandina però:per farli di gusti e colori diversi si può fare un unico impasto e colorarlo diversamente o hai fatto impasti diversi?
    grazie Stefy,un'abbraccio!!!!!

    RispondiElimina
  96. Complimenti per i macarons- sono talmente belli e colorati e scommetto che sono pure una vera delizia!!! :D Grazie per le foto illustrative che hai messo sul post, sono un vero aiuto se vorrò provare a replicare la tua ricetta!
    Buon weekend!! :D

    RispondiElimina
  97. ti son venuti perfettamente, sembrano quelli di Luca Montersino! bravissima! Un bacione... ah, ne prendo uno al lemon curd! :)

    RispondiElimina
  98. Non solo sei bravissima ma anche molto simpatica (ma questo si sapeva ;-) Allora non sono l'unica che si studia 50 ricette prima di buttarsi e poi scoprire che alla fine.. Un abbraccio macaronoso

    RispondiElimina
  99. perfetti! sono perfetti!!!! ho giusto 3 libri che descivono come farli ma qui mi sembra più semplice :-))) che splendidi coloriiii! li adoro e sono come una droga.... :-) buon w.e.
    Ely

    RispondiElimina
  100. Ciao cara, guarda capisco i tuoi timori (ormai passati) per preparare i macarons. A me ancora non riescono come voglio io, cioè non così belli da fotografarli. Ma i tuoi sono veramente fantastici, poi con il lemon curd strepitosi aggiungerei. Tu sei stata bravissima e magari ti disturbo per qualche consiglio quando li rifaccio! :)
    Ti abbraccio! :D

    RispondiElimina
  101. Era un annetto che corteggiavo questi dolcini...grazie al cielo viviamo a soli 70km dal confine francese e quindi possiamo approvvigionarci in pasticceria...ma a che prezzi!!! Solo che, come te ho anche io questo blocco per fare i macarons...devo trovare solo l'ispirazione giusta e seguirò il tuo consiglio: mi ci butterò a pesce!!! Complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  102. Ciao Araba! Anch'io sono stata per mesi e mesi ad ammirarli sui blog, per poi scoprire che non sono poi così difficili :) Comunque i tuoi sono davvero carini, e ne avrei messo un paio nelle tasche anch'io, se fossi stata nei paraggi :P

    RispondiElimina
  103. Ciao Stefania,i tuoi sono la perfezione!
    Come suona Stefania Herme'...? :)

    RispondiElimina
  104. Complimenti ti son venuti benissimo...anzi perfetti.

    come sempre bravissima.


    ciao

    RispondiElimina
  105. ti capisco, ho la stessa paura ma purtroppo non l'ho ancora vinta :)
    ti sono venuti benissimo!

    RispondiElimina
  106. sono stupendi...mi unisco anch'io a tutti questi commenti!

    bravissima

    RispondiElimina
  107. sei troppo brava cara .... le tue ricette mi lasciano sempre soddisfatta....bravissima..
    by lia

    RispondiElimina
  108. li voglio rifare assolutamente! li ho appena visti in un altro blog con tutt'altra ricetta...ora mi metto all'opera!
    baci e complimenti

    RispondiElimina
  109. ..nemmeno io li ho mai fatti, ma sapere che anche per te è stata la tua PRIMA, mi consola! Grazie per le foto, il consiglio riferito alla consistenza troppo liquida lo trovo indispensabile: per particolari come questo rischi di farci uscire tutt'altro, giusto per non buttar via roba buona. Grazie, sei un mito

    RispondiElimina
  110. Ogni volta che li vedo cambio idea, non so perchè...forse mi hai dato la spinta giuta. Complimenti i tuoi sono uno spettacolo.

    RispondiElimina
  111. Accidenti, 150 macarons...? Sai che io...non li ho mai mangiati? Mi inquietano i colori, ma ora, che leggo che ci vanno degli albumi vecchi di qualche giorno, mi inquietano ancora di più!! E poi mi sanno di meringa...Cara araba, non me ne volere, ma i macarons, se non si fosse capito..MI INQUIETANO, anche se i tuoi sono stupendi e so che saranno anche buonissimi...So già che dirai..ma allora che vuoi? I muffins, no, i macarons, no ...e che vuoii? UN LUCANOOO! .-)

    RispondiElimina
  112. Tutte le volte che decido di farli poi mi tiro in dietro per la paura del pessimo risultato ma giuro che li faccio mi hai convinta poi con quella cremina limonosa mi hai fatto venire l'acquolina in bocca.
    troppo brava

    RispondiElimina
  113. Cara Stefania, ho letto già i commenti su vari blogs, su Coquinaria ed ovviamente su quello di Pinella. L'ammirazione è sincera! Brava, hai incoraggiato anche me a provarci........

    RispondiElimina
  114. @ Shade: credimi, non lo e', specie se si fa attenzione ad una farcitura ben bilanciata :-)

    @ Natalia: abbi pazienza, ma con queste premesse mi terro' ben lontana da casa tua :-)))

    @ Le pellegrine Artusi: e se non provi come fai a saperlo ? ;-)

    @ Fujiko: tutti uguali? guarda bene la foto, siamo lontani dalla perfezione...comunque e' solo questione di fare un cerchietto sulla carta forno ;-)

    @ Milen@: troppo buona, mi confondi :-)

    @ Gambetto: apriro' un account di posta nuovo solo per le mail sui macarons, ok???;-) ma non credo ne avrai bisogno...

    @ Patricia: sono contenta a non essere l'unica che scarica applicazioni del genere...

    @ Federica: buttati!!! dai!

    @ Lydia: fatti da Edda, beata te!!!!

    @ raffy: grazie :-)

    @ laura: ma no, l'inghippo si deve trovare per farli venire, non ti arrendere :-)

    @ Simo: ma se non provi non lo saprai mai!!! E dai!

    @ Mary: allora decisamente banditi, e si. E magari si potessero bandire anche le cavallette!

    @ chechi: ecco, questo e' un complimento bellissimo!!!

    @ Federica: ti ringrazio :-)

    @ sulemaniche: eh si, sono diciamo molto di moda al momento...

    @ Sar@: beh, non erano poi cosi' difficili ;-)

    @ Cranberry: su, bisogna pur buttarsi ogni tanto...

    @ Una cuicina a pois: :-)

    @ Michela: quello assolutamente si, privacy assoluta ;-)

    @ elenuccia: anche io ne ero convinta, invece..dai!

    @ Fabiola: a chi lo dici...;-)

    @ Claudia: fai una prova con una dose di albumi la meta' di questa, e buttati!

    @ I VIAGGI DEL GOLOSO: vi ringrazio :-)

    @ Toni (picapusa): mille grazie :-)

    @ Lo Ziopiero: guarda, se anche non mi piacessero come gusto li farei solo perche' mi piacciono...come look;-) Chissa' che tirate fuori tra tutti e due...

    @ dolci a gogo: ma no, non ci credo che non ti sia venuti perfetti ;-)

    RispondiElimina
  115. 150 e quelli sono i pochi rimasti??? Allora o eravate in tanti o ne avete mangiati a volontà e quindi sono certa che siano buoni.... e sai che io non li ho mai provati? Strano ma vero eppure mi fanno venire una voglia!!! Ho paura di non riuscire nell'impresa :((
    Buona domenica
    Donatella

    RispondiElimina
  116. Cara Arabafelice....l'unica cosa che,a parer nostro,hanno di sgradevole questi dolcetti,é il nome....noi li chiameremmo..:Baci di Fata...(...e..si'...proprio come hai detto tu..!)Le tue foto poi....!!!!kiss x 3...Civette Ammiratrici...

    RispondiElimina
  117. Sai che ero convinta che fosse indispensabile setacciare la farina di mandorle? E come fai a ottenerli lisci, senza la punta quando spremi dalla sacca? Grazie!

    RispondiElimina
  118. se ci si può innamorare di un dolce?? cerrrrto!!!
    solo che il sottoscritto si innamora un po' troppo spesso dei vari dolci!!!
    bellissimi i tuoi macarons!!!
    ciaooooo

    RispondiElimina
  119. che belli!!! li ho preparati due volte in vita mia...non li amo molto come gusto ma l'estetica mi rapisce ogni volta...i tuoi sono PERFETTI!! e mi sale la voglia di rifarli: non c'é 2 senza 3

    RispondiElimina
  120. Ho un regalino per te sul mio blog!

    RispondiElimina
  121. I macaron sono l'incubo di tutti noi, io non rido del tuo post perché fra me ed il mio fidanzato siamo messi esattamente come te, solo con una piccola differenza: il tomo di PH io l'ho regalato a lui :-DDD
    Prima o poi devo provarci...
    Il mio problema è che a Parigi non ho il gas, ed è un disastro per me.
    E in tutti gli altri luoghi ho la cucina a gas, ma mmmmh... l'unico forno di cui posso fidarmi è quello di Genova.

    Detto questo, i tuoi sono venuti porcatamente bene!!!!!!!!!!!!!!!
    Sul serio.
    E poi i colori sono splendidi :-)

    PS: tuo marito è un mito!

    RispondiElimina
  122. @ dolci a gogo: uso sempre statico:-)

    @ meggY; hai ragione, cara collega giudicessa ;-)

    @ Livia: addirittura dici che la dovremmo onorare delle luci della ribalta? ;-)
    Su cosa sia piu' intrigante potrei discuterci per ore...e l'amore ha mille motivi, e nessuno :-)

    @ da Sergio: dici? io testimonio invece una discreta ferocia :-)))

    @ Cmdd: non parlarmi del rumore delle cavallette, mi si drizzano i capelli in testa al solo pensiero...e scrivimi quando vuoi :-)

    @ Francesca: e' tutto molto piu' semplice di quello che ci fanno credere ;-)

    @ Nicole: crepe? e' la temperatura!!! vedrai che ti riescono, la prossima volta.

    @ Letiziando: fase che va al piu' presto superata ;-)

    @ Massaia Canterina: per la semidivinita' ci sto lavorando, eh ;-) ma sono contenta che gli squali ora ti lascino in pace!!!

    @ giulia pignatelli: lo studio paga sempre :-)

    @ Mirtilla: grazie a te :-)

    @ Lapappalpomodoro: mille grazie!

    @ jose manuel: ti ringrazio :-)

    @ rosita: credimi, paure infondate. Non sono certo Pierre Herme, ma i macarons si sono rivelati alla mia portata. E sono certa anche della tua ;-)

    @ Cleare: in cucina, si. Altrove un po' meno!

    @ Acquolina: grazie, ma anche tu sei bravissima ;-)

    @ stella: anche perche' quando si comincia a farne non si smette piu', credimi!

    @ kristel: guarda, al massimo due prove e vengono, assicurato ;-)

    @ sissi: grazie!

    @ manineinpasta: si, sono carini, vero?

    @ Giovanna: lo sai che il libro lo sto consumando vero???

    @ Veru: si, ma Laduree e' lontanuccio per me...quindi mi tocca farmeli. Grazie!

    @ EliFla: ma no, buttati anche tu :-)

    @

    RispondiElimina
  123. @ Patty: si, sono contenta, ma credimi, me li aspettavo piu' complicati ed invece...

    @ Passiflora: per molte persone e' cosi', non per me che ne adoro anche il gusto...

    @ Bietolin@: beh, diciamo lontanamente una meringhetta alle mandorle :-) ma credimi, non rende, vanno assaggiati!!!

    @ ranapazza65: grazie mille :-)

    @ Vanessa: a me piacciono tanto :-)

    @ Zia Elle: ed io che da poco li ho visti a ...Dubai??? :-)

    @ Daisy: attenta, danno dipendenza.

    @ Guilherme: grazie, mi fa piacere :-)

    @ Pinella: oddio Pinella, non so in che lingua dirti grazie :-)

    @ Innamoratincucina: eri a Parigi e non li hai visti??? Gli altri gusti erano gelatine e creme di frutta ;-)

    @ alessandra (raravis): esagerata :-) allungo un macaron per innalzare gli zuccheri?

    @ Sonia: volentieri! :-)

    @ fiOrdivanilla: ma dai, sei talmente brava, non e' possibile che non ti vengano bene ;-)

    @ la Gaia Celiaca: :-)

    @ Dajana: l'ho scusato perche' un po' alticcio, ma certo e' ben strano!!!

    @ FORTUNAZERO: credimi, e' un problema di cottura e di spatolate non sufficienti, riprova!

    @ maria61m: mille grazie!

    @ Mercoledi': ma no, hanno tanti fans invece...non ne direi mai male!!!

    @ Rosa: grazie!

    @ ELel: infatti, e sono graditi a tutti, anche alla vista :-)

    @ Francesca V: bisognerebbe capire che accidenti hanno sti macarons da fare tanta paura a tutti :-)

    @ amichecuoche: cosi' si fa!!!

    @ Fimere: merci :-)

    @ Valeria: brava!

    @ viola: mille grazie. Fidati, che non sono poi cosi' complicati...

    RispondiElimina
  124. @ Sayuri: e' che con tutti i contest in cui sono giudice mi sto perdendo...:-)

    @ lerocherhotel: grazie :-)

    @ Katia: forse ;-)

    @ fantasie: prova con il ventilato...

    @ Nadji: wow, detto da una francese...:-)

    @ Reb: approvo la scelta, porto una marea di macarons!

    @ Elga: non ci credo. Sara' solo una questione di (non) feeling ;-)

    @ Alessandra: non vedo l'ora di ammirarli!

    @ Aria: alla fine passa, passa!

    @ gluticchia: speriamo siano altrettanto buoni, allora!

    @ vickyart: con molta pazienza :-)

    @ Glu.fri: very celiac-friedly. Buttati!

    @ NIGHTFAIRY: non e' stupendo quel libro???

    @ Francesca: sono quelli di Laduree che invidiano Pinella, secondo me...

    @ Cristina: non vedo l'ora che li posti, allora!

    @ Trattoria da Martina: grazie della segnalazione ;-)

    @ pasticciare divertendosi in cucina: anche per me sono molto allegri e adatti a una tavola pasquale. Ciao!

    RispondiElimina
  125. posso solo dire OTTIMI!!!!! e complimenti per le foto!

    RispondiElimina
  126. sono perfettissimi ... non credo molto al fatto che sono facili, comunque prima o poi ci proverò
    a presto

    RispondiElimina
  127. sei un mito. punto.
    io non riesco a trovare la forza di farli.... lavorando a due passi da laduree la pigrizia mi batte sempre!

    RispondiElimina
  128. @ Ri.TOR.Ta: guarda, io preferisco fare tanti impasti quanti sono i colori. Se ne fai uno solo lo devi dividere e colorare, ma poi puoi lavorare con solo uno alla volta e gli altri aspettando rischiano di smontare un po'...

    @ Italiansaalati: grazie a te :-)

    @ Le ricette dell'Amore Vero: anche Montersino fa i macarons???

    @ Edda: no , e' una malattia molto diffusa :-)

    @ ElY: vero, proprio come una droga :-)

    @ Kitchenqb: volentieri :-)

    @ Selina: buttarcisi a pesce e' l'unico modo per domarli ;-)

    @ Silvia: vedi, non sono l'unica a non trovarli poi cosi' complicati!

    @ Edith Pilaff: male!!! ( per lui ;-)

    @....cata....: mille grazie

    @ Alice4161: perfetti no, ma sono carini :-)

    @ Gio: coraggio!

    @ Elisabetta: grazie anche a te :-)

    @ PROVARE PER GUSTARE: mille grazie :-)

    @ Chiara Maci: ricette ce ne sono tante, tutto sta a trovare quella con ui si va piu' d'accordo :-)

    @ Cinzia: effettivamente quella sulla consistenza e' l'unica difficolta'...

    @ Iris: grazie!!!

    @ Cinzia: mi fai morire!!! I coloranti puoi ometterli se vuoi, e gli albumi sono vecchi di qualche giorno, non di qualche anno!!! Ma non e' obbligatorio farseli piacere. COrro a cercarti un LUCANO!!!! :-)

    @ Cristina: grazie!!!

    @ memmea: questo mi fa tanto piacere!

    RispondiElimina
  129. @ ilcucchiaiodoro: eravamo tanti e golosi!!!

    @ civette: sul nome sono d'accordo, non e' particolarmente poetico...

    @ Rosa: sbattendo leggermente la teglia, dopo averli formati, sul piano di lavoro coperto con un panno :-)

    @ dario: a chi lo dici...

    @ Alex: perfetti ancora no. Non oso immaginare la bellezza dei tuoi, piuttosto!

    @ Liz: visto, grazie.

    @ Muscaria: uhm, senza gas non e' il caso :-) ma aspettiamo pazientemente ;-)

    @ max-la piccola casa: troppo gentile :-)

    @ Manuela: ma non difficili, davvero.

    @ ViaggiandoMangiando: oddio sarei rovinata se lavorassi vicino a Laduree :-)

    RispondiElimina
  130. Pinedda @casalingheimprovvisate.blogspot.com

    Sei deliziosa come sempre!!!

    RispondiElimina
  131. la bibbia del macaron. non aggiungo altro!

    RispondiElimina
  132. Pinedda, grazie!!!

    Sara b: oddio!!! un tantino esagerata ma...grazie!

    RispondiElimina
  133. Straordinari! Il tuo blog è bellissimo, brava!

    RispondiElimina
  134. Ciao! le tue ricette sono una garanzia!!! ho preso coraggio ho fatto i macarons...straordinari!!! grazie!!! ora devo provare solo il napoleon :)
    ho fatto riferimento al tuo post, se ti va è qui:
    http://famedibuono.blogspot.com/2011/04/macarons.html

    RispondiElimina
  135. colpa tua se finalmente mi sono decisa a cimentarmi in questa IMPRESA..... vedo molta paura tra le "colleghe" bloghette.. e ne ho altrettanta anch'io ma appena li ho visti sulla teglia a riposare ho capito che era infondata.. GRAZIE A TEEEE

    RispondiElimina
  136. carissima araba domenica i 14 albumi (residuo di alcune infornate di pastiere di domenica scorsa) compiranno 7 giorni....ma essendo pasqua mi cimenterò nell'impresa domani. Oggi preparo il curd.
    Un'unica domanda: quanto colorante si mette, ossia il liquido non compromette il composto dei macaron? infine lo metti anche nel curd o è venuto così giallo .... spontaneamente?

    RispondiElimina
  137. @ Jelena PasticciOVA: ma dai, sono contentissima!

    @ margie-o: i coloranti che uso io sono in polvere o pasta, non quelli liquidi che infatti potrebbero, dico potrebbero, "ammollare" un po' il composto. Comunque sempre una dose minima, quelli che ho sono davvero concentrati, la punta di un cucchiaino per intenderci.
    E il curd viene giallo da solo, c'è talmente tanto limone :-)
    Ciao!

    RispondiElimina
  138. Buona Pasqua! grazie del consiglio. questa mattina sono in piena libertà e ho preparato il lemon curd. forse complici le uova un pò grandi e di campagna, la crema, nonostante il succo di limone, è decisamente ovosa e più sull'arancione quindi farò un mix di colore rosso e giallo per la cromaticità dei macaron.
    Intanto la mia bimba ha decretato che il lemon curd non le piace (e non esattamente in questi termini *_*

    RispondiElimina
  139. Beh, forse per una bimba e' un po' aspro? Anche se a dire il vero da piccola mi mangiavo i limoni a fette :-)
    Buon lavoro, allora!

    RispondiElimina
  140. purtroppo ho dovuto buttare tutto....la consistenza era favolosa, ma il gusto terribile e credo per colpa degli utelnsili, complice il succo di limone, che hanno rilasciato un gusto ferroso. Non mi sono fidata e mo ricomincio.
    ....quindi la mia cucciola aveva ragione e forse un buon lemon curd le piacerà!

    RispondiElimina
  141. Oh mamma, davvero? usa il cucchiaio di legno allora e un pentolino diverso...strano, a me personalmente non e' mai capitato.
    Povera bimba :-)

    RispondiElimina
  142. Ciao Araba, scusa se ti disturbo, ma credo di aver preso coraggio a sufficienza ed essere pronta (si fa per dire) a provare i macarons. Un dubbio, però: come è meglio conservare i macarons farciti durante il riposo in frigo di 24 ore? Li chiudo in scatole di plastica? Grazie!!

    RispondiElimina
  143. Ciao Rosa, io li tengo in frigo in scatole aperte, ma se hai dei cibi che emanano odori molto intensi allora meglio chiuderli nelle scatole.
    Buon lavoro!

    RispondiElimina
  144. Grazie come sempre Araba! A parte il problema degli odori che temo sempre con i dolci, ho anche un frigo no frost che secca sempre molto ciò che non è coperto e temo di poter fare danni (ammesso che riesca ad arrivare alla fase assestamento in frigo...)

    RispondiElimina
  145. Allora copri, si.
    E tienimi aggiornata! :-)

    RispondiElimina
  146. Certo che ti tengo aggiornata! Ma sappi che la colpa è tutta de La Sua Fra...

    RispondiElimina
  147. Benissimo, perche' lei invece l'ha data tutta a me :-))))

    RispondiElimina
  148. Ciao
    cercavo una ricetta per cimentarmi nel fantastico mondo dei Macarons, ma fioccano leggende metropolitane che narrano di gente incastrata dentro l'albume impazzito e blogger disperate che piangono amare lacrime di fronte a macarons spiaccicati sulla teglia a ricordare piadine formato mignon. Pare sia più facile pettinare Godzilla. Così ho lanciato un sos su twitter per cercare una buona ricetta e la dolcissima Vesselina mi ha segnalato la tua.
    A leggerti sembrano davvero abbordabili. Adesso metto i tuorli a riposare in frigo e mi preparo a questa nuova sfida. Se ci riesco ti avviso.. se non ci riesco, mi rimane sempre la ricerca di Godzilla.
    Buona serata

    RispondiElimina
  149. Assicuro che l'albume non ti ingloberà, su questo metto la mano sul fuoco.
    Buon lavoro, e se ti va fammi sapere, che in caso avviso Godzilla di scappare :-)))

    RispondiElimina
  150. Magari metto l'albume in frigo, se inizio così più che Macarons faccio una frittata. Ti faccio sapere cosa ne viene fuori!

    RispondiElimina
  151. ciaoo oggi ho provato a fare questi dolcetti buonissimiii...ho solo un piccolo problema...non so perchè ma appena usciti dal forno non erano lisci ma tutti porosii :((( qualche consiglio??

    RispondiElimina
  152. Potrebbe essere una lavorazione della massa di albumi e farina di mandorle leggermente troppo rapida, per cui il tutto non ha avuto il tempo di amalgamarsi.
    Ciao! :-)

    RispondiElimina
  153. Sono alla mia terza prova....ormai sono quasi perfetti!!

    RispondiElimina
  154. mmm...benebene allora riproverò al più presto!!grazieee :)

    RispondiElimina
  155. Cara Stefania, aiutami ti prego. Ho provato a fare i macaron seguendo le tue dritte e quelle di Pinella. Qualche tempo fa li avevo provati con la meringa classica:collarino in vista ma colore disastroso!Beige ....dovevano essere lilla! Ieri li ho provati con la meringa italiana, seguendo anche le indicazioni di Josè Marechal e il suo libro "Macaron":niente collarino e ancora il terribile colore beige! Sigh!Erano di un bel giallo limone e dovevano essere farciti con una ganache-curd al limone.Il mio forno è ventilato e l'ho messo solo con il calore dal basso a 150°C come indicato, poi ho provato a 130°e poi ancora a 110°. Niente da fare: coloraccio e niente collarino. Che ne pensi? Hai qualche suggerimento? Ormai è una questione di principio.

    RispondiElimina
  156. Che tipo di colorante usi? Comunque il fatto che virino al beige mi fa pensare ad una temperatura del forno troppo alta, come sai il ventilato cuoce piu' dello statico, quindi se non puoi togliere l'opzione ventilato ti consiglierei di abbassare il forno a 130 sin dall'inizio della cottura.
    Ora che ci penso una persona ebbe successo...cambiando teglia, quella che usava evidentemente non conduceva bene il calore.
    Fammi sapere :-)

    RispondiElimina
  157. Ho usato i coloranti in polvere anche se possiedo pure quelli in gel che uso per il PDZ. Purtroppo non posso togliere la funzione ventilato al mio forno e ripiego con la funzione "calore dal basso e ventilato". L' ultimo tentativo (ieri sera) -perché ormai è una guerra!- l' ho fatto partendo già da 130°:alcuni hanno crepato nonostante quasi due ore di "croutage" e altri hanno formato il collarino che poi è miseramente collassato appena fuori dal forno. Mi sto procurando delle placche di alluminio. Che ne pensi?

    RispondiElimina
  158. Non ho parole, davvero!
    Come faccia a collassare il collarino non lo so, vuol dire che dentro non erano cotti forse?
    Credo che veramente in questo caso ci sia da cambiare teglia e provare, davvero un caso unico!!!
    Mi spiace ma sono certa che alla fine vincerai tu ;-)

    RispondiElimina
  159. Oggi ho messo a maturare gli albumi. Venerdì ripartirò all' attacco dopo avere letto e studiato tutto lo studiabile. Mi sti procurando delle placche in alluminio e speriamo che vadano bene perché altrimenti devo pensare che ci sia un diavolo nel mio forno!Ti farò sapere.

    RispondiElimina
  160. Santo cielo, ci manca il forno posseduto! :-)
    In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  161. Ci ho riprivato e questa volta seguendo la tua ricetta. Le altre volte avevo usato il metodo con la meringa italiana ed era stato quasi un disastro, a dispetto di tutto il procedimento che sembrava perfetto fino alla cottura. Con la meringa normale sono venuti quasi perfetti tranne per il fatto che erano un pò troppo fragili e un pò vuoti all' interno. In ogni caso li ho farciti con il lemon curd e devo dire che sono una delizia. Motivo sufficiente per non demordere e farne di tutti i colori! Grazie Stefania, anche per il supporto psicologico.

    RispondiElimina
  162. Ahhhhhh ma io pensavo che anche prima usassi questa ricetta, non avevo capito!
    Comunque sono contentissima, questa ricetta riesce praticamente a tutti e non poteva non riuscire anche a te.
    Ora macarons a tutto spiano :-)

    RispondiElimina
  163. Stefania...Grazie ^_^ Li ho fatti ieri seguendo la tua ricetta ed i tuoi consigli, sei SUPER!!!! Grazie mille :-)

    RispondiElimina
  164. i macarons senza riposo li ho rifatti e sono spettacolari.
    l'unica cosa che il collarino durante la cottura è pefetto, ma poi tende ad abbassarsi, seppure di poco... hai qualche consiglio, o mia musa???

    RispondiElimina
  165. @ La Fata Golosa: non mi è mai capitato, ma così ad occhio direi che si abbassa perchè non è ben cotto. Prova a prolungare la cottura di pochissimo e dovrebbe rimanere dove deve ;-)

    RispondiElimina
  166. cara araba fenice, premetto che fino a poco tempo fa ignoravo addirittura l'esistenza di questi dolcetti, il cui sapore e consistenza non conosco ma posso solo provare a immaginare grazie alle immagini, infatti ne ho appreso l'esistenza solo di recente e come spesso accade da più fonti contemporaneamente. A dispetto di quello che si dice circa la difficoltà a realizzare questi dolci, la tua ricetta mi è sembrata molto fattibile, motivo per cui mi sono precipitata a provarla, con dei risultati però deludenti, (non c'era il collarino, erano crepati, e dentro erano molto umidi, il sapore però molto buomo con una crosta friabilissima) dovuti comunque a mia colpa. virginia

    RispondiElimina
  167. continuando il messaggio precedente perchè non c'era più spazio per scrivere, ti dico quello che ho combinato per la fretta di sperimentare: ho usato albumi congelati e poi tirati fuori con larco anticipo avendoli ad una giusta temperatura ambiente, ma secondo me l'errore fatale è stato quello di aver usato anzichè della farina di mandorle comprata, una fatta da me frullando le mandorle pelate con lo zucchero a velo, nel bimby, anche se comunque era finissima. attendo una risposta con ansia Virginia

    RispondiElimina
  168. Ciao Virginia, questi dolcetti sono un po' dispettosi :-) quindi meglio usare farina di mandorle comprata dato che quella fatta in casa non è mai fine allo stesso modo. Poi il fatto di aver aggiunto lo zucchero a velo per frullare può aver leggermente alterato l'equilibrio degli ingredienti.
    A parte questo il vero dilemma è la cottura, e la teglia in cui vengono cotti: meglio una con i bordi bassi in modo che il calore riesca a distribuirsi uniformemente.
    Sicuramente vanno fatte un paio di prove per aggiustarla al proprio forno, dato che purtroppo non ce n'è uno uguale ad un altro...
    Se dentro erano molto umidi probabilmente necessitavano di uno o due minuti di cottura in più.
    Buoni esperimenti!

    RispondiElimina
  169. Mi rispecchio nella tua descrizione:tanti libri e documentazione..poco coraggio!!
    Vari tentativi non entusiasmanti ma mi hai fatto tornare la voglia..vado sicura?!?
    ;-)

    RispondiElimina
  170. oddio... macarons e cavallette! non ho paura di nessun animale e manco dei fantasmi ma dei macarons sì. ho provato a farli una volta ed il mio ego ne è uscito malissimo, ma di te mi fido! ;)

    RispondiElimina
  171. @ AnnaPaulaB: è una ricetta ottima, una paio di prove con la temperatura del forno ( da quello non si prescinde) e vedrai che vengono!

    @ Lilimpo's Bakery: no no, devi riprovare. E' tutta questione di cottura, non tanto di ricetta...

    RispondiElimina
  172. mumble Stefania, riproverò. il mio forno vive di vita propria! P.S. w il tuo pds :D

    RispondiElimina
  173. fatti ma mi sembrano piatti... mò aspetto il croutage, :)

    RispondiElimina
  174. Da crudi sono quasi piatti, è normale!!!
    FAmmi sapere come procede la cottura!!!

    RispondiElimina
  175. :)))))) nn sono perfetti ma ci vanno molto vicino!!! Grazie Stefania come sempre

    RispondiElimina
  176. Sono contentissima!!! Per farli venire perfetti è tutta questione di lavorare poco l'impasto crudo e poi di azzeccare la temperatura ed i tempi del proprio forno...:-)

    RispondiElimina
  177. non sono venuti... e già la seconda volta che non mi vengono... prima o poi devo riuscire a farli... i tuoi sono così perfetti e la spiegazione è molto chiara.

    RispondiElimina
  178. la cottura credo... l'impasto sembrava buono e la consistenza giusta. Ti dovrò chiedere prima o poi video lezioni per fare i macarons;-) saluti, Dessi
    P.S. Ho provato la tua torta ai fichi anche con le pere (accompagnata con una crema alla cioccolato), ottima anche così:-)

    RispondiElimina
  179. Sono contenta per la torta, per i macarons però insisti!
    Sono venuti piatti o crepati?

    RispondiElimina
  180. In genere se vengono piatti la temperatura è troppo bassa, e se si crepano leggermente troppo alta...

    RispondiElimina
  181. Ti mando una foto per email, così li vedi. Si vede che il mio forno non cuoce bene, ma anche io sbaglio di sicuro qualcosa...

    RispondiElimina
  182. ok. Ma ad occhio è il forno e non tu.

    RispondiElimina
  183. Confesso subito: ho fatto furto della ricetta del lemon curd. Le tue parole mi hanno invogliata a provare a farlo.
    Il macaron? Giammai ...mi sono persa dopo i primi steps!
    Ma il lemon curd si... Yummy:-))
    E prometto che se non esce uguale non ti minaccerò via @;)

    RispondiElimina
  184. AHahahahaah Vaty! :-)
    Sono certa ti verrà benissimo!

    RispondiElimina
  185. E a che serve perdere ore e ore di ricerca nel web, passando in rassegna ogni singolo blog di cucina francese alla ricerca della ricetta perfetta per i macarons se poi capito nel tuo blog e leggo la tua spiegazione così dettagliata a prova di stordy come me???
    Ho scoperto da poco il tuo grazioso blog, davvero ricco di spunti.
    Mi sono permessa di salvarlo tra i miei preferiti e nel fine settimana mi cimento nei macarons e ganache multi gusto... tanto le previsioni danno pioggia: pomeriggio perfetto da trascorrere in cucina! :D

    RispondiElimina
  186. Allora fammi sapere come vengono, Giuli! E grazie.

    RispondiElimina
  187. cara stefania, ritorno ad affliggerti con i macarons. mi è venuta voglia di riprovare in occasione della festa di mia figlia, che compirà 5 anni, e che sarà il 18/03. mentre per il salato, mio malgrado per questioni di tempo, e soprattutto essendo fondamentalmente una festa per bambini, ho deciso di ripiegare su una buona rosticceria, almeno per la torta e per alcuni dolci, vorrei avere la soddisfazione di pensarci io. premesso che il tema della festa sarà la primavera, quindi domineranno in tutti gli aspetti i colori pastello, ho pensato ad una serie di dolcetti quali i chocolate cookies, a dei marshmallows, a dei cake pops (per i quali poco fa, ti ho chiesto un consiglio), e dulcis in fundo a dei macarons, per finire poi con una torta decorata con animaletti e fiori in pasta di zucchero. quanto ai macarons, ho le idee molto confuse. qualche giorno fa ho visto una puntata di dolcemente, di santin su gambero rosso, dedicata proprio ai macarons, la cui ricetta era completamente diversa dalla tua, e pressochè identica, almeno nel procedimento, a quella di pinella. Quella dello chef in questione, è sicuramente più laboriosa e lunga della tua, (ma a me interessa il risultato finale, e guardando le tue foto, i tuoi macarons non hanno nulla a che invidiare a quelli in questione). quindi il mio dilemma è: riprovo a fare i tuoi con gli accorgimenti dovuti, che la scorsa volta non ho seguito, oppure provo per la prima volta quelli di santin?
    P.S. in ogni caso in qusti giorni per essere certa del risultato finale, vorrei fare delle prove di tutti i dolci che ti ho elencato, non avendoli mai preparati prima. mi scuso per l'ennessima volta, per l'eccessiva lunghezza dei miei messaggi. penso che ormai avrai capito chi sono, ovvio virginia! ti saluto calorosamente, e ti ringrazio come sempre in anticipo per la risposta.

    RispondiElimina
  188. Ciao Virginia, allora non conosco la ricetta di Santin, io faccio sempre questa perchè mi è riuscita a primo colpo...quindi non so cosa consigliarti se non di fare delle prove e vedere con quale ti trovi meglio ...:)

    RispondiElimina
  189. cara stefania, miracolo! mi sono riusciti. ho usato farina di mandorle comprata, e credo sia stata questa a fare la differenza. il colore rosa finale che mi è venuto fuori dopo la cottura, rispetto a quello che avevo ottenuto con il composto crudo, è discreto avendo asunto delle sfumature di beige chiarissimo, secondo te abbassando a 140* C la temperatura, ne preservereri di più il colore brillante, magari aumentando di qualche minuto, la cottura? comunque sono soddisfattissima del risultato finale, queste sono sottigliezze che secondo me si perfezionano con la pratica. un caro abbraccio virginia.
    P.S dimenticavo, li ho congelati per poi farcirli tra 2 settimane in occasione della festa di mia figlia. pur allettandomi molto la tua proposta del lemon curd, mi orienterò verso la ganache di pinella al cioccolato bianco e vaniglia, essendo destinati ad una festa per bambini. siccome devo preparare altre 2 dosi, potrei congelarli già farciti, per agevolarmi nei tempi, come mi sembra di aver letto su qualche bolg, di cui però non ricordo il nome?

    RispondiElimina
  190. Sono contenta, Virginia! Il colore sfuma in cottura a prescindere dalla temperatura, purtroppo...ma puoi fare qualche prova.
    Ho sempre saputo che vanno congelati non farciti perchè scongelandosi il ripieno può rilasciare un po'di umidità che potrebbe compromettere il dolcetto...ciao!

    RispondiElimina
  191. Ciao Stefania, grazie mille per il link. Ho letto la tua ricetta. A parte la temperatura, che ho capito essere troppo elevata per cuocerli (mi sono diventati marroncini, da che avrebbero dovuto essere lilla), credo che ci sia stato anche il problema dell'asciugatura dei macaron all'aria e forse è un po' troppo solido il mio impasto. Probabilmente se aumento un po' gli albumi (almeno li porto a 100g) riesco anche a far rientrare la puntina che si forma su quando li metti sulla teglia. E poi ho notato che hai utilizzato anche una bocchetto di un cm. Io ne ho utilizzato una più piccola. Insomma ho combinato un pastrocchio :)
    Mi segno tutti i tuoi accorgimenti :)

    Grazie mille :)

    A presto

    RispondiElimina
  192. Buoni esperimenti, Paola, ciao!

    RispondiElimina

Leggi i post precedenti: