lunedì 23 aprile 2012

Torta di mais e mandorle al limone, senza farina

Ci fate caso, che e' sempre per quello che si e' mangiato?
Non se ne esce.
Siamo ancora malati, anzi malatissimi.
Lo spirito non demorde, ma vacilla.
Ogni tanto si vorrebbe una pausa, giusto cinque minuti di noia per provarne l'ebbrezza.
Tanti amici a supporto, e nessuno e' un medico.
Ma ciascuno con una teoria.
E l'antidoto.
Ti sei ammalata perche' non mangi abbastanza.
Ah, pero'. E chissa' cosa sia capitato allora a lei che ora ha gli stessi sintomi e, diciamolo chiaro, pesera' si e no cinquanta chili piu' di me.
Ti sei ammalata perche' vai in palestra.
Certo. Sudo. Prendo freddo. E forse muoio.
Ti sei ammalata perche' bevi troppo.
Le proprieta' malefiche dell'acqua mi sfuggono.
E lascero' che continuino a farlo.
Teorie su mio marito invece non ce ne sono, pare che gli uomini possano ammalarsi con maggiore liberta', con annesso diritto inalienabile a sentirsi e comportarsi come pecore morte.
Che poi credetemi, questa volta la botta e' stata talmente forte che altro che pecore.
Un gregge, siamo.
Chi ci porta beveroni miracolosi, chi minestre calde.
Chi ha fatto il pane e ce lo ha regalato.
Caldo.
E pure bruciato, che tanto quando stai male i sapori non li senti e ti sembrera' buonissimo! ( ho riportato la frase esattamente come mi e' stata detta)
Chi consiglia il digiuno, chi di mangiare bistecche.
A noi non va niente di niente, a dirla tutta.
Ma fa bene al cuore vedere un po' di supporto, che sia un messaggio sul cellulare o il tocco gentile sul campanello.
Pure l'Aspirina da uno Stato nelle vicinanze, ci hanno spedito...
Solo due fatti rimangono inspiegabili.
Il primo, quale astruso ragionamento abbia portato a regalarci dei cioccolatini.
Detta cosi' so che sembra non ci sia nulla di male.
Ma appenderli alla maniglia della mia porta in pieno sole non mi e' parsa una furbata. Specie lasciarceli mezza giornata.
Il secondo, lei, la mitica signora della carta igienica.
Che vi porto?
La ringrazio, la buona intenzione c'e'.
Ma solo l'idea che possa prepararci una vitaminica macedonia mi fa sudare freddo.
Ma dai, una cosa fresca.
Non so che dire di fronte a tanta gentilezza.
Solo che la cosa fresca e' pate' di fegatini.
E' buonissimo, ce l'ho surgelato da Natale!
C'e' un limite a tutto.
La spazzatura di casa arabafelice sta per arricchirsi di freschezza:-)


Grazie a tutti, dei messaggi, delle mail, dei commenti. Non stiamo ancora bene anche se un segno di ripresa c'e'.
La cucina e' chiusa, gli stomaci pure e il blog vive del suo archivio.
Questa torta e' secondo me la piu' buona presente su queste pagine: fatela al volo.
Un'altra torta al limone? Ebbene si.
Sa di sole, di rustico, di limone e zucchero, e di certe vacanze in Grecia.
Con la speranza che torni il bel tempo anche sulle nostre teste febbricitanti.





LEMON POLENTA CAKE
da Kitchen di Nigella Lawson
per una teglia da circa 24cm

200 g di burro ammorbidito ma non sciolto
200 g di zucchero semolato
200 di mandorle polverizzate, oppure farina di mandorle già pronta
100 g di farina di mais fine tipo Fioretto
un cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
3 uova
buccia grattugiata di due limoni

per lo sciroppo

il succo di due limoni
125 g di zucchero a velo

Battere il burro con lo zucchero semolato finche' bianco e montato.
In una ciotola mischiare le mandorle, il Fioretto, il lievito, e versare parte del mix sul composto di burro.
Girare e continuare ad unire gli elementi secchi alternando con le uova, ed infine versare nell'impasto la buccia grattugiata.
Versare il composto in una teglia unta e possibilmente coperta con carta forno ( l'impasto e' piuttosto denso, lievellatelo un po') e cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti ( quasi 50 nel mio forno).




In un pentolino unire gli ingredienti dello sciroppo, e mettere sul fuoco. Appena lo zucchero a velo e' sciolto e il composto ben caldo e' pronto.
Tirare la torta fuori dal forno, ed immediatamente bucherellarla con uno stecchino.
Versarvi pian piano tutto lo sciroppo bollente sopra, e farla riposare finche' si raffredda.
Solo allora toglierla dalla teglia.

NOTE:

- lo sciroppo fa la differenza in questo dolce, senza non e' cosi' buono.

- la torta avvolta nella pellicola dura tre o quattro giorni a temperatura ambiente.

- la torta cotta puo' essere surgelata.

- in caso tritiate da voi le mandorle non tostatele in precedenza.


82 commenti:

  1. Visto che l'in bocca al lupo non ha funzionato, stavolta ti dico fra le tette della formica! magari va meglio :) Un bacione

    RispondiElimina
  2. mai provato l'abbinata mais e mandorle ma mi intriga!

    RispondiElimina
  3. "Reparto 12 a Reparto 10 come va oggi?" :P ahahahahahaha
    La cosa che mi piace è non perdere mai l'ironia, quello che invece mi fa veramente ridere è la stupidaggine. Di recente ho un piccolo fastidio all'occhio...qualcuno suggeriva anche rimedi al limite dell'esoterico...cosa che cozza ovviamente con il cortisone di "medicea prescrizione"...io pensavo che ridere aiuta...anche se al momento a farlo lo è solo l'assistente dell'oculista quando intasca la parcella...
    PS
    Organizziamo un convegno di "non compresi" dalla categoria medica e parentale?! :P ahahahahahaha

    RispondiElimina
  4. Dimenticavo...ottima la torta...si si lo so il burro ma la base è molto vicina alla "mia caprese" e quindi ti dico che farò mio lo spunto in modo concreto! :)
    Scappo prima che tra il primo ed il secondo commento si infilino in 50 :P ehehehehhe

    RispondiElimina
  5. Coraggio che passerà presto!!! Anche questa la provo!!!! Ultimamente mi è presa una voglia di dolci limonosi e so che qui da te ho l'imbarazzo della scelta. Grazie anche per la cortese risposta! Buona guarigione!

    RispondiElimina
  6. Ah! quella dell'acqua sinonimo di malattia la conosco anche io..."questo bambino beve troppo, sta male" o forse con 40 gradi all'ombra magari sta solo evitando la disidratazione...ma comunque!Già che non vi hanno proposto degli unguenti contro il terribile virus "Palestra"! Questa torta l'ho èprovata ache io, con delle piccole modifiche e hai perfettamente ragione, senza sciroppo ha poco da dire...e secondo me il giorno dopo è ancora più buona :)

    RispondiElimina
  7. mi spiace, mi rendo conto che è un po' che non ti seguo, non sapevo delle vostre disavventure, certo la gente ha modi buffi per dimostrare il proprio affetto però dai non vi siete sentiti soli vero? tu poi con tutti i tuoi lettori...
    un abbraccio e mangia eh mi raccomando :-DDD
    forte la torta polenta, io ho fatto dei biscotti mais e limone ma non li ho pubblicati, devo giusto finire il sacchetto di mais, questo dolce mi piace moltissimo
    rimettiti
    ciao
    cris

    RispondiElimina
  8. Direi che paragonare a pecore morte per gli uomini malati è piuttosto ... ADATTO! Adesso però basta essere malati eh! I miei bimbi quando tossiscono hanno imparato a dire TOSSE VIA UFFA. Non funziona, ma li tira su ... Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Mi spiace che state male!!!! io ti mando un abbraccio....non fa miracoli ma scalda il cuore!

    RispondiElimina
  10. l importante e' la ripresa:-) ti auguro di rimetterti in forma e mi prendo la tua ricetta ! bacioni

    RispondiElimina
  11. Dai ma siete ancora malati....!! ma poveri!! ...non so se una danza della salute a distanza funziona.....Ho appena fatto dei biscottini con l'abbinata mandorle e farina di mais e mi sono piaciuti molto! la torta , anche con una bella dose di burro, deve essere fantastica!! poi tu hai tutti questi trucchetti come lo sciroppo sopra...mhmmmm buonissima! PS devo avere anch'io qualche avanzo perso nel freezer da Natale...se vuoi te lo spedisco!!! eh eh eh......

    RispondiElimina
  12. ogni volta non vedo l'ora di leggere le tue righe e questa volta credevo che leggessi stiamoooo beneeee
    dai non sentire nessuno sono solo cavolate ,dai che le vostre difese immunitarie si riprenderanno presto e nel frattempo tu ci penso sempre con un'altra splendida ricetta grazie

    RispondiElimina
  13. per mia nonna, la colpa era sempre del fatto che "non mangi mai la carne". Storte, graffi, sbucciature di ginocchio, tutto. L'unico effetto che ha rimediato è che ne mangio pochissima e ogni volta con odio.
    Le torte al limone, invece, guariscono da molti mali. E quelle firmate Nigella, da tutti :-)
    Dai, che facciamo il tifo anche da qui!

    RispondiElimina
  14. spero che torniate presto in forma, nonostante i consigli e il pane bruciato ai fegatini scongelati! :-D
    la torta dev'essere buonissima!!!

    RispondiElimina
  15. passa passa....anche se deve essere stata una gran bella batosta! (mi chiedo come si curino le persone in codesta parte dell' emisfero.....e quando operano le donne le spogliano o tagliano anche i vestiti???? Insomma di curiosità ne avrei assai!...) Buona settimana, un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Torta archiviata, grazie come sempre!!!!
    Mi spiace saperti ancora ammalata, insieme alla pecora morta "_", se poi si aggiungono i 40°, mi sento male per te!
    Spero che tu possa migliorare in tempi MOLTO ristretti, per il tuo benessere psichico e fisico.
    Good Luck Stefania!

    RispondiElimina
  17. Anche se non stai bene leggere il tuo blog è sempre uno spasso, possibile che riesci ad essere così vitale anche da malata? Profonda ammirazione, io divento di una noia mortale.

    RispondiElimina
  18. mi dispiace che a casa vostra il virus si sia trovato così bene da non volersene andare! Scherzi a parte vi auguro di rimettervi presto ( ...surgelato da Natale...non ho parole!)
    una domanda ma posso usare anche la farina di mandorle o le devo tritare dopo la tostatura?
    un abbraccio
    Alice

    RispondiElimina
  19. prima di tutto coccolati e goditela, secondo me è la migliore medicina (e così anch'io ti ho dato un consiglio) :-)
    la torta è bellissima. e poi, a costo di usare gli ingredienti garantiti, è pure senza glutine. che voglio di più?

    RispondiElimina
  20. In bocca al lupo per la guarigione! se non ritorni tu in forma chi mi darà consigli di cucina tra una risata e l'altra?

    RispondiElimina
  21. Tante cose strane...ma anche tanto affetto! E' bello che vedere che chi vi sta vicino ci provi...anche se nei modi più "strani"!
    Bellissima torta :D

    RispondiElimina
  22. Forza Arabifelici, un po' di fegato fa sempre bene ;-). Buon riposo, soprattutto.

    RispondiElimina
  23. Ho letto ora della signora della carta igienica...e sono scioccata!! Certo non deve essere facile vivere in un posto del genere, però non ci si annoia proprio mai!!
    La torta sembra davvero buonissima, io adoro mais e mandorle insieme!

    RispondiElimina
  24. Scommetto che oggi va già meglio.....vero?La tua simpatia non mi pare minimamente intaccata e neanche la tua verve in cucina....coraggio!!!!A proposito,questa torta va provata immediatamente!!!!Baci ;D

    RispondiElimina
  25. Come mai si fa lo sciroppo con lo zucchero a velo? Forse perche' si scioglie prima? O c'e' un motivo specifico? Di solito cerco di fare sciroppi con lo zucchero normale, a meno che non sia per le meringhe, dove il fatto che nello zucchero a velo ci sia anche dell'amido (tipo corn four) non fa differenza.

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  26. mamma mia questa influenza picchia forte, mi auguro passi presto.
    ti copio anche questa torta, la trovo eccezionale!!!baci.

    RispondiElimina
  27. anche questa torta e'fantastca nonostante tu sia anciora malaticcia e mi spiace.la signora in questione merita il nobel!

    RispondiElimina
  28. Malata, ma sempre attiva sul blog, sei miticicssima!

    RispondiElimina
  29. il patè di natale congelato? ma questa vi vuole avvelenare :D per fortuna cara che non perdi la tua solita ironia anche quando non stai bene! pensa positivo e sperem passi questa influenza!!!
    Ti mando tanti xxxxxxx beneauguranti :-)

    RispondiElimina
  30. "La via dell'inferno e' lastricata di buone intenzioni...". Ma perche' non ci lasciano soffrire in pace?

    RispondiElimina
  31. interessante davvero questa torta, assolutamente me la segno e la faccio, oh yess!
    Spero tu stia meglio...........

    RispondiElimina
  32. Meravigliaaaaa!!!! Con quel succhino che penetra dentro ammorbidendo!!! Buonissima!!
    Franci

    RispondiElimina
  33. Auguroni di pronta guarigione...tra tutte le teorie la tua è quella più verosimile..il patè di fegatini non avrebbe aiutato ;)! un abbraccio

    RispondiElimina
  34. Mi è venuto il voltastomaco a leggere l'ulima carineria della tipa...immagino voi!
    Meglio concentrarsi sulla torta e...dai che si fa il tifo per voi!
    Bacioni

    RispondiElimina
  35. Complimenti davvero per il sito.. è spettacolare! io mi sono avvicinata da poco a questa "dolce" arte.. ti aggiungo tra i blog che seguo. Se ti capita, questo è il mio: http://unassaggiodelmiomondo.blogspot.it/
    ciao!!!

    RispondiElimina
  36. Stefania anche quando stai poco bene ci fi sorridere! E ci delizi! Questa torta con le opportune modifiche (no burro e un taglio alle uova) me la posso fare anch'io..deve essere deliziosa!

    RispondiElimina
  37. Deliziosa e golosa , ma quanto sei brava!!
    Buon lunedì bacioni!

    RispondiElimina
  38. E' già un successo se da codeste parti non vi hanno messi in isolamento per una sì virulenta influenza!
    Anche in periodi di astinenza culinaria riesci sempre a regalarci qualche deliziosa bontà. Meno male che esistono gli archivi!!!

    RispondiElimina
  39. Troppo lontana per portarti una zuppiera piena di brodo di pollo (con grande sconforto delle mie figlie, per me è una mano santa per l'influenza!)
    Riprenditi Arabina!!
    I tuoi archivi ribollono di ricette deliziose, ma noi ti vogliamo sapere bella pimpante!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  40. spero che guariate in fretta, soprattutto per il vostro stomaco che deve assrobire certe "carinerie" del vicinato!!!
    come te non mi stanco mai di dolci al limone, quindi la "to do list" si allunga!!! ;)

    RispondiElimina
  41. Mettiamola così: rimedi per guarire son buoni tutti a suggerirteli. Una torta come questa solo NIGELLA può e diventa una panacea per TUTTI i mali.
    Io, se fossi in te, tenterei con una fetta, ogni 8 ore e con un abbondante bicchiere di te.
    Scherzi a parte, mi auguro possiate venirne fuori al più presto anche se, con un clima caldo, la stanchezza e la ripresa lenta pesano sicuramente di più-
    Buona guarigione.
    Nora

    RispondiElimina
  42. Anche febbricitante sei sempre esilarante quando scrivi! Non perdere mai il tuo senso umoristico!
    Grazie!

    RispondiElimina
  43. l'archivio è sempre utile! Forza che andrà meglio, un abbraccio

    RispondiElimina
  44. Vi auguro una prontissima guarigione, se non altro per sfuggire a tutte le "premure".

    un abbraccio
    loredana

    RispondiElimina
  45. Ti suggerisco di modellare una bambolina con i cioccolatini sciolti e il patè di fegato avanzato da Natale, magari un rito voodoo vi rimette in piedi eheheheheh
    In bocca al lupo non funziona? proviamo con in bocca al cammello...magari...vista la latitudine!
    Spero di leggerti presto ristabilita ;)

    RispondiElimina
  46. Forza forza che guarite presto!!!
    Buona sta torta... Brava la vecchia Nigella ma anche tu che l'hai fatta splendidamente!!!

    RispondiElimina
  47. Ciao, Stefania! Spero che ti sia rimessa. A proposito: la febbre "da crescita" l'hai presa in considerazione? :-D
    Bella torta, mi ispira!

    RispondiElimina
  48. Stefy....riprenditi!!!!
    un bacio grande!

    RispondiElimina
  49. la spiegazione dei cioccolatini è che chi li ha lasciati, probabilmente un Turco che non sa cosa siano queste squisitezze occidentali di serie, e che li ha probabilmente ricevuti in regalo, non sapeva che..si sciolgono al sole! E ha colto due piccioni con una fava: disfarsi del pacco ed essere gentile!
    La torta più buona del tuo blog? MA..TI RENDI CONTO CHE QUESTA è UNA NOTIZIA BOMBA?? LA VOGLIO FARE SUBITO!!!

    RispondiElimina
  50. Poveri!!!Mi dispiace un sacco!!! Vi mando un bacione privo di germi e, spero, curativo (di sicuro più che la colata di cioccolatini sciolti :D ) nel frattempo mi gusto questa torta che se tu dici "la più buona" e "limone" nello stesso post io mi ci butto a capofitto!!!

    RispondiElimina
  51. Uff, mi dispiace stiate ancora così!! Guarisci presto!

    RispondiElimina
  52. Guarisci presto, Araba!!!!!
    :))))

    RispondiElimina
  53. Ma poveriniii! Ancora la febbre! :( E quella che esordisce con il patè.. non ci posso pensare!! Il 'fegato' quella ce l'ha solo per proportelo!!
    Sei unica, ti mando una carezza 'ghiacciata' per contrastare l'estrema calura!
    (p.s. fantastica come sempre la tua torta!)

    RispondiElimina
  54. Cara, riprenditi in fretta! intanto noi ci gustiamo la torta...sei un mito a riuscire a pubblicare da ammalata, ma a volte capita anche a me! bacioni e torna presto in forma!

    RispondiElimina
  55. Ciao Araba, conoscendo la tua passione per i limoni, che condivido appieno, se dici che questa torta è buonissima non perdo tempo e me la preparo anche io...non so resistere alle tentazioni :)
    E guarisci in fretta!

    RispondiElimina
  56. sono sicuro che già ti senti meglio, ma ti prego non mangiare quei cioccolatini!!! :D
    buona ripresa!

    RispondiElimina
  57. Ciao,la torta e' tutto un programma.Sappi che e' gia' successo che mi sia mangiata una torta tutta da sola (dirty secret).Nel caso avessi una visione di qualcuno che fruga ta la tua spazzatura,adoro il pate' di fegatini....(dirty secret 2). Riprenditi in fretta,un bacione!

    RispondiElimina
  58. rimettiti, mannaggia spero al più presto, baci.

    RispondiElimina
  59. Mi spiace che non stiate ancora bene.... Facciamo che prendo la torta e brindo alla vostra guarigione! Baci

    RispondiElimina
  60. Con questo dolce è stato colpo di fulmine. Già copiato e lo proverò al più presto. Nel frattempo vi auguro una velocissima guarigione, non fosse altro che per smettere di mangiare pane bruciato :D Un bacione

    RispondiElimina
  61. Ciao, ma sai che c'hai proprio ragione...per una scusa o per l'altra...è sempre colpa nostra se ci ammaliamo! Bè intanto che noi ci gustiamo la tua splendida torta (consistenza bagnaticcia e con uno sciroppo che fa la differenza....come piace a noi insomma!), ti auguriamo buona guarigione...e non farti intossicare dai buoni intenzionati eh!?!
    baci baci

    RispondiElimina
  62. Pane bruciato, cioccolatini squagliati, patè di fegatini surgelato... certo che vi viziano proprio eh!!??? guarite presto e, perdona il ritardo, tanti cari auguri di buon compleanno!

    RispondiElimina
  63. guarite presto, mi raccomando..nel frattempo una fetta di dolce aiuta, eccome se aiuta!

    RispondiElimina
  64. un'atra torta "senza" le adoro ne ho pubblicata una giusto ieri senza uova e burro, la mia però all'arancia :) segno queste... tanti bacini

    RispondiElimina
  65. certo che sai essere favolosa anche da super malata! quanto ti adoro?

    RispondiElimina
  66. Essere malati insieme e' ma gran scocciatura , nessuno puo' prendersi cura dell'altro, ma almeno vi fate compagnia! Nel bene e nel male! Cerca di riprenderti perché mi sembra di non aver ancora visto niente che assomigli alla Frangipane da queste parti...o sono irrimediabilmente cecata? Spero di sentirti presto meglio. Un forte abbraccio. Pat

    RispondiElimina
  67. ...bè...con tanti amici così gentili..io vi posso mandare solo il mio sostegno morale!
    Un forte abbraccio e tenti auguri perché possiate rimettervi al più presto!
    Con affetto, Emanuela

    RispondiElimina
  68. Spero vi sentiate meglio ma invio ugualmente tanti auguri. Non ascoltare tutte le corbellerie che dicono, pensa solo che è un modo per starvi vicino e far sentire il loro affetto. Un bacione. Gianna

    RispondiElimina
  69. uhhh Stefy mi spiace molto che non state bene ti abbraccio forte e ti mando tanti raggi di sole guaritori un abbraccio

    RispondiElimina
  70. Meno male che ci sei!!avevo visto questa ricetta in tv ma non ero riuscita a prendere le dosi... inutile dirti che siamo tutti in trepida attesa che tu stia meglio, quindi...in forze Stefania!! ;-)
    ps. mia nonna avrebbe detto, copriti bene! (si, anche con 40 gradi) hehehe

    RispondiElimina
  71. ahahahahaha un uomo malato.... 37.2 e sono kaput!!!! Ti guardano con l'occhio tremante.... hhahahaha
    questa torta sembra davvero soffice e poi adoro la farina di mais fioretto!!!!
    Ciao ciao

    RispondiElimina
  72. Auguroni all' "ospedaletto da campo"...!
    Mi sono ricordata di tanti anni fa quando ospitavamo per poche settimane un caro amico, trasferito per lavoro nella città vicina alla mia, intento che cercava un appartamento. Bene, l'influenza ci colpì pesantemente tutti e tre, io con 38°, l'amico con 39° e il marito con 40° di febbre. Mio padre passava 2 volte al giono a fare iniezioni a tutti.... Dopo quell'incubo facciamo l'antinfluenzale ogni autunno, con i risultati richiesti !
    Guarite presto !

    RispondiElimina
  73. Ma è una lemon drizzle cake! La conosco già bene nella versione tradizionale. Tanti auguri di pronta guarigione! Elena

    RispondiElimina
  74. Neanche quando siete malati potete dire di annoiarvi...
    Speriamo d leggere presto notzie d miglioramento in casa arabafelice!

    RispondiElimina
  75. Come stai oggi?
    Buona guarigione!

    RispondiElimina
  76. Buongiorno!!!Spero proprio che oggi vada molto meglio!!!!

    RispondiElimina
  77. come si già limone e mais sono un' accoppiata che mi piglia molto!!!!questa di Nigella la provo di sicuro....bacioni

    RispondiElimina
  78. hahahahhagli uomini ammalati aiutooooo ^__^ scherzi a parte buona guarigione ..
    con questi dolcini alle mandorle guarire e una vera delizia.. complimenti
    lia

    RispondiElimina
  79. rubo subito! Guarisci presto mi raccomando!

    RispondiElimina
  80. @ tutti: grazie, di cuore.

    @ La cucina di Esme: se anche frulli tu le mandorle non devi tostarle :-)

    @ Alessandra: con lo zucchero a velo lo sciroppo viene più...sciropposo :-)

    @ Cinzia: i cioccolatini veramente vengono da una tizia con passaporto americano...fai tu ;-)

    RispondiElimina
  81. questa delizia me l'ero persa!! Mi ispira tantissimo, la voglio proprio provare!!

    RispondiElimina

Leggi i post precedenti: