giovedì 22 settembre 2011

Mini pies di cavolfiore arrostito e nocciole

Ne siamo usciti vivi.
Un'altra volta.
Perchè in questa casa alle settimane senza internet si sopravvive appena, e si rischia di portarne i segni per l'eternità.
Ed al primo che obietta che sono esagerata, ecco la prova.
Se avessi avuto internet, non avrei fatto quel mare di lavatrici in un giorno solo, ma magari avrei deciso che diluirle non era poi così grave e non si sarebbe bloccata la funzione centrifuga.
Non sarebbe morta l'asciugatrice, sotto il peso di tanto lavoro.
Non avrei cucinato così tanto? Bugia, questo è rimasto uguale.
Non avrei intervallato tutte le operazioni di cui sopra con telefonate disperate al sedicente numero verde dell'assistenza per sentirmi dare le risposte più incredibili.
Scusi, siamo al terzo giorno senza ADSL, ci sono novità?
Questa la formula standard, a cui a rotazione è stato cambiato solo il numero del giorno.
Non so nulla.
Risposta più gettonata.
Non so nulla ma chiedo.
Seconda per numero di volte in cui l'ho sentita, per finire con il dispiacere del centralinista per non potermi aiutare.
Inshallah tornerà.
Posso pure sperare nel divino, ma se non riparate il server servirà a poco.
E via così, fino all'ultima.
E' per la tempesta solare.
Scusi, non ho capito, cosa intende?
Si, c'è una tempesta solare in atto che interferisce con i nostri server.
Ho ringraziato e chiuso la cornetta, che qualunque altra parola avessi aggiunto mi avrebbe procurato una querela, specie se avessi cominciato a chiedere come mai la tempesta avesse colpito solo il nostro compound tipo nuvola di fantozziana memoria e non, per dire, quelli a fianco....
Cosa fa la blogger che gira per casa in crisi d'astinenza, mentre aspetta di cambiare provider?
Si applica ad una di quelle attività che è segnale massimo della sua disperazione: stirare.
Una di quelle che verrebbero lasciate senza pietà e nemmeno tanta cura all'indispensabile ragazzo che mi aiuta con le pulizie in casa.
Ma si vede che pure il ferro sa che il mio interesse non è sincero.
Lo appoggio, con mala grazia, acchiappando la camicia che cerca di scapparmi da sotto le mani.
Non devo avere una gran fama...
L'ho sentito nel cervello, prima che nel braccio, perchè il dolore ha vie misteriose.
E guardandolo un po' lo ammetto, mi sono spaventata: possibile che un brevissimo contatto con la mia pelle avesse causato un timbro simile?
Si, è possibile: ed a circa una settimana di distanza credo proprio che avrò un bel segno da mostrare ai posteri.
Solo, siate clementi se voglio raccontare che ero in un corpo a corpo con uno scorpione gigante, ed ho avuto la meglio.
Bruciatura da blogger nervosa, suona proprio male ;-)

La ricetta va al consueto appuntamento con il calendario Ammodomio.




MINI PIES DI CAVOLFIORE ARROSTITO E NOCCIOLE
da Pies and Tarts di Martha Stewart
( per circa 7 tortine da 10 cm di diametro)

per la pasta

280 g di farina
50 g di pecorino grattugiato, oppure parmigiano
un pizzico di zucchero
un cucchiaino di sale
170 g di burro ben freddo
un tuorlo
da 60 a 120 ml di acqua ghiacciata, circa, dovrete regolarvi

per il ripieno

un cavolfiore non troppo grande
20 ml di olio extravergine d'oliva
100 g di nocciole
uno spicchio d'aglio
mezzo cucchiaino di buccia di limone grattugiata
2 cucchiaini di rosmarino tritato, possibilmente fresco
200 g circa di pecorino non troppo stagionato

un tuorlo e poca panna, per spennellare

Preparare la pasta: nell'impastatrice con frusta a K mettere la farina, il formaggio grattugiato, lo zucchero, il sale e il burro ben freddo a piccoli pezzi. Far andare finche' il tutto avra' l'aspetto di un composto di briciole, quindi aggiungere il tuorlo e i primi 60 ml di acqua ghiacciata. Lavorare finche' il composto sta insieme, valutando se necessario di aggiungere poca ulteriore acqua, un cucchiaio alla volta.
Senza impastatrice stesso procedimento, badando a intridere velocemente il burro con la farina, aggiungere tutti gli altri ingredienti nello stesso ordine e  non lavorare troppo la pasta.
Avvolgere in pellicola trasparente e mettere in frigo almeno un'ora, meglio due.
Per il ripieno: lavare il cavolfiore e tagliarlo in cimette sottili. Metterle in una teglia, ungerle con poco olio e salarle. Cuocerle in forno a 190 gradi finche' ben colorite e arrostite, circa 15 minuti ma vanno controllate, secondo Martha ci vorrebbe meno...
Tostare la nocciole in forno a 160 gradi per circa 15 minuti, rimuovere la pellicina e metterle nel mixer con lo spicchio d'aglio. Con le lame in funzione aggiungere la buccia di limone, il rosmarino, sale e pepe, e l'olio. Dovra' risultare una pasta densa, quindi versare l'olio a poco a poco ( potrebbe servirne meno ).
Confezionare le tortine: stendere una parte di impasto a circa 3 mm di spessore e tagliare dei cerchi di 10 cm di diametro. Mettere in meta' dei cerchi un po' della pasta di nocciole, un pezzetto o due di cavolfiore e una fettina di formaggio, lasciando i bordi liberi.
Ungere i bordi con il tuorlo battuto con poca panna e sovrappore un altro cerchio a chiudere, premendo i bordi prima con le dita e poi con una forchetta.
Ritagliare delle decorazioni dalla pasta avanzata e posizionarle sulle tortine dopo averle passate con uovo e panna a loro volta, e spennellare anch'esse.



Mettere le tortine crude e spennellate in frigo per mezz'ora, dopodiche' cuocerle in forno a 190 gradi finche' ben colorite, circa mezz'ora.
Servire a temperatura ambiente.

NOTE

- la pasta e' assolutamente divina, un incrocio tra frolla, brisee e sfoglia mai provato prima: se anche il ripieno non vi ispira, provate solo lei con qualunque cosa vogliate dentro e mi saprete dire.

- la pasta puo' essere preparata anche tre giorni prima e tenuta in frigo, oppure surgelata.

- le tortine cotte si mantegono benissimo fino al giorno dopo avvolte nell'alluminio e tenute a temperatura ambiente.

- il formaggio usato da Martha Stewart nella ricetta originale e' un pecorino spagnolo, il Manchego. Introvabile da me, ma egregiamente sostituito dal nostro pecorino italiano ;-)

103 commenti:

  1. Ciao Stefania!!come ti capisco...internet da dipendenza e fa sclerare quando manca!! e ancora di più fanno sclerare le risposte dei tizi dell'assistenza, qui come li!! in questo devo dire che sono uguali, seguono tutti gli stessi insegnamenti! Magari qui il divino non lo tirano in ballo, ma ti senti dare le rsposte più esasperanti!.... questa frolla mi ispira davvero tanto, ma anche il ripieno mi incuriosisce! ciao bella, buona giornata

    RispondiElimina
  2. ...però è vero, non ti si può nemmeno consigliare di andare a fare shopping o, che so, un aperitivo con le amiche, in mancanza di internet...missà che lì è un pò complicato..:-/
    ...non ti resta che far la pace con il ferro da stiro!!

    RispondiElimina
  3. Tempeste solari, nuvoloni di sabbia, acquazzoni e animali molesti...se le inventano tutte per costringerci a stirare, certo qualcosa devo inventare anche io prima che vengano a casa mia a misurare il mucchio di panni in attesa e dichiararlo ufficialmente collina! :) Buonissimi questi pies, seguirò il tuo consiglio e proverò la pasta! Buona giornata ciao

    RispondiElimina
  4. Ricetta speciale, come al solito !! Queste tortine sono bellissime e sembrano anche davvero golose !!!
    Buona giornata cara!

    RispondiElimina
  5. Anche io mi sento persa senza la connessione, visto dove abito......
    Sfiziose queste tortine, mi piace il ripieno di cavolfiore e ancora di più il pecorino, ma non dovrò dirlo a mio marito che non lo adora tanto.
    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  6. queste mini pies sono favolose, i cavolfiori mi piacciono da morire, peccato non piacciano a mio marito.
    Il tuo blog mi fa un po' sognare.
    Mi hai ricordato che ho una montagna da stirare.
    Buona giornata!
    Ti ho messa nei miei blog preferiti

    RispondiElimina
  7. Potrà sembrarti strano...ma la tempesta solare veramente c'è stata...adesso lo so...farò parte di quell'insieme ben compatto di "inviti ad andare...via...a fare altro..." (diciamo così :P ahahahahah) però è un dato di fatto che ha dato anche qualche pensiero a chi si occupa di comunicazioni internazionali...non io ovviamente...ma a persone con ben altre menti :P ehehehehe
    Detto ciò...se sopravvivo alla litania di "mandate" appena ricevute...posso farti i complimenti per queste mini-pies...magari per me studio una soluzione con meno burro....
    Eccone un altro di "ma vai vai..." :P ahahahahhaha

    RispondiElimina
  8. Beh devo dire che non ti fai mancare proprio niente.. quindi procederei con la versione lotta con lo scorpione! Per l'astinenza da internet ti capisco ma mi chiedo cosa facevamo prima di averlo...un pò come il cellulare. Ottime le tortine, sto raccogliendo ricette con il cavolfiore che mi piace molto ma non so mai come cucinarlo in modo originale. La tua ricetta va diretta nel mio archivio, grazie. Buona giornata (tranquilla) Sonia

    RispondiElimina
  9. questa ricetta mi ricorda i miei meat pies anche queste sono belle sfiziosi!

    RispondiElimina
  10. come ti capisco...io sto aspettando da mesi la linea fissa...però tra le varie scuse nessuno mi ha ancora proprinato la tempesta solare...magari gliela suggerisco io!!!!!!!! :D
    che bell'idea queste tortine...ricetta segnata! ;)

    RispondiElimina
  11. Super ricetta!!! il titolo è poetico e mette l'acquolina in bocca! Queste mini pies sono una vera delizia: adoro l'aggiunta della scorzetta di limone nel ripieno :) :) baci grandissimiiiii

    RispondiElimina
  12. Ciao Stefania! Non ho ancora il cavolfiore ma, come hai detto tu, posso personalizzare....
    in compenso di "rubo" di sicuro la ricetta dei croissant furbi ^__^
    Baci,
    Franci

    RispondiElimina
  13. Molto molto interessante questa ricetta!!!!
    Però mi dispiace per la scottatura... accidenti che roba, col ferro!!! Buona giornata comunque ;))

    RispondiElimina
  14. Come al solito fai ricette che non conosco e sono tutte particolari! mi dispiace per il timbro e tutte noi sappiamo quanto sia poco gradevole quel bruciore che si sente sotto pelle :(
    Buona giornata bella Stefy!

    RispondiElimina
  15. Ohibò, Stefania..certo che se volevi un tatuaggio e non avevi il coraggio di ammetterlo...potevi dirlo e non approfittare del ferro da stiro acceso!!!! Anyway.... dai piano piano (molto piano) rimpicciolirà..... ma in che senso l'hai avuta vinta sullo scorpione??? L'hai fatto fuori ....o lo hai traslocato??? La ricetta mi piace tanto , anzi di più....e visto che finalmente sto cominciando a vedere i primi cavolfiori dal fruttivendolo...mi cimenterò... ti penserò..e mi ammazzerò dalle risate immaginandoti al telefono con gli operatori che ti parlano della tempesta solare di Fantozzi....bacioni, Flavia

    RispondiElimina
  16. Magari quando funziona non usi neppure la connessione ad Internet, ma quando non ce l'hai stai pur sicura che ne hai un indispensabile bisogno... magari anche solo per vedere le previsioni del tempo... che da codeste parti non devono essere poi tanto difficili... :-)
    Queste pies sono deliziose e l'idea delle nocciole con il cavolfiore la trovo eccellente.

    RispondiElimina
  17. Ricetta meravigliosa come sempre!
    Mi dispiace per la bruciatura...ops volevo dire per il morso dello scorpione...certo che al giorno d'oggi essendo tutti internet dipendenti è un vero disagio restare "tagliati fuori dal mondo"!
    Un abbraccio e buona giornata!!

    RispondiElimina
  18. Ricetta super come il racconto...lo scontro corpo a corpo con lo scorpione gigante è super ;-)

    RispondiElimina
  19. Che ricettina interessante....sia per quanto riguarada il ripieno che per la pasta! Un bacione e buona giornata!
    PS: per quanto riguarda la bruciatura sei in ottima compagnia! Io riesco ad ustionarmi puntualmente, con ferro, forno, addirittura caramello....

    RispondiElimina
  20. I tuoi post tesoro sono un avventura ogni volta e si lo conformo era un corpo a corpo con uno scorpione!!!Teso questi bocconcini deliziosi potrebbero essere un perfetto take away per il mio contest che dici li inseriamo ti va??bacioni,Imma

    RispondiElimina
  21. Che scocciatura questa ADSL!!! Anche io ho avuto parecchia sfortuna, sia in Italia che in Germania… Ottime queste mini-pie, mi piace da matti il ripieno (la pasta mi spaventa un po' perché non ho l'impastatrice…)

    RispondiElimina
  22. cipicchia mi dispiace un sacco...le bruciature sono proprio una brutta compagnia...in un frangente così burrascoso poi!
    La ricetta allora è ancor più da apprezzare...ha quasi un sapore da prode eroina bloggeriana! Dai che la butto sul ridere... auguroni...e un abbraccio,Marika

    RispondiElimina
  23. come ti capisco Stefania, io ho passato la stessa cosa a luglio e stavo per impazzire!!
    Io ho due bruciature da ferro da stiro... piano piano diventano bianche, ma la cicatrice rimane lì per i posteri!

    Questa ricettina è veramente sfiziosa, la proverò!

    RispondiElimina
  24. Ciao Stefy!Eccomi tornata all'ovile!Oh che coincidenza,nocciole anche tu oggi?Adoro il cavolfiore e sono sempre alla ricerca di nuove preparazioni, questa è, come sempre, super!Davvero stuzzicante,voglio assolutamente provarla!Non mi parlare di guasti&assistenza,ne so qualcosa anch'io purtroppo!Buona giornata baci

    RispondiElimina
  25. mi spiace che ti sia scottata ... ma lasciati rincuorare perche io molti anni fà sono riuscita a ustionarmi tutte e due le gambe con la torta della nonna :-( però non ridere adesso perchè anche al pronto soccorso rise il dottore perchè voleva sapere come fosse stato la dinamica dell'incidente con la torta della nonna ^__^ ovviamente appena tirata dal forno m,e la sono scaraventata addosso involontariamente... quanto si dice incidenti domestici...
    buonissima la tua ricetta
    lia

    RispondiElimina
  26. E' proprio vero che quando ci si mette il destino fa brutti scherzi.....almeno si è concentrato tutto nell arco di poko tempo!!!Complimenti per la ricetta e per la foto!!
    Flavia

    RispondiElimina
  27. Caspita, questa della tempesta solare è da abbinare con Saturno contro nei giorni di sfiga totale! :)))
    Bella ricetta.

    RispondiElimina
  28. ohhhh mamma mia dai... spero che la scottatura vada meglio... che belli questi mini pie, mi piace molto questo ripieno e il pecorino italiano direi davvero super come sostituto!!!! baci

    RispondiElimina
  29. L'avevo immaginato che fosse un problema di ADSL! Meno male che sia passato, perché cominciare la settimana senza una delle tue belle ricette condite dal tuo spirito divertente e ironico non è assolutamente la stessa cosa!
    Bellissimi questi "calzoncelli" croccantini, l'impasto mi ha (un po' inspiegabilmente, lo ammetto) ricordato quello di questi qui, http://arabafeliceincucina.blogspot.com/2011/03/salatini-di-philadelphia.html, che io amai follemente pur avendoli un po' stravolti con gli ingredienti che avevo!
    Anche se non amo molto il cavolfiore sono certa che nell'insieme siano molto buoni.
    Adesso speriamo che "Inshallah" resti e che il tuo braccio torni presto com'era prima! :p

    RispondiElimina
  30. Ahhh Stefania. Leggere post come questi mi alleggerisce il cuore. Si, perché così penso che anche tu sei umana e non la wonder woman che la mia fantasia inarrestabile ha costruito in questi mesi. Oddio, direi piuttosto che sei wonder woman alle prese con questioni mortali, il che mi scatena una ancora più grande simpatia nei tuoi confronti. Stai su: nel mio salotto campeggia una piramide di Cheope di panni da stirare; sul mio braccio destro esattamente a qualche cm dal polso nella parte posteriore dell'avambraccio (dove la pelle è più delicata) ho una bruciatura di 4 cm da ferro da stiro, per essermi allegramente appoggiata al ferro mentre era in piedi ed io pensavo a massimi sistemi. Mi viene da dire che tutto il mondo (nel caso di noi donne) è paese! Pie da agguato mortale! Ti abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  31. Devo dire che farti rimanere senza internet è proprio una terribile disgrazia, non tante per le conseguenze casalinghe, ma soprattutto per la perdita che il tuo pubblico ha nel non poter leggere gli spassosi racconti gastronomici che sai offrire ogni volta.
    Mi raccomando da questo momento in poi occhio al server.
    A presto.

    RispondiElimina
  32. si decisamente ti capisco, ormai siamo internet dipendenti, io al tuo posto però oltre a solcare i pavimenti per l'ansia avrei cucinato per un esercito in modo da scaricare la tensione.ottimi questi pies, veramente sfisiosi

    RispondiElimina
  33. ahi ahi le bruciature da ferro da stiro fanno malissimoooo... ohi ohi stare senza internet è una tortura... non resta che consolarsi con queste meravigliose, deliziose, chicchissime tortine!!

    RispondiElimina
  34. caspita Stefania ..ti pensavo in vacanza da qualche parte, felice e rilassata a sorseggiare drinks con cannucce lunghissime in bicchieri multicolori pieni di ombrellini ed invece cosa mi tocca leggere..mi dispiace cara, rimettiti presto, intanto prendo una tortina, grazie!

    RispondiElimina
  35. si decisamente ti capisco, ormai siamo internet dipendenti, io al tuo posto però oltre a solcare i pavimenti per l'ansia avrei cucinato per un esercito in modo da scaricare la tensione.ottimi questi pies, veramente sfiziosi

    RispondiElimina
  36. io ero in astinenza da Araba. Ecchediamine, glielo hai detto, alla signorina del'ADSL, che tu tieni degli addicted, che hanno un bisogno quotidiano dei tuoi post, delle tue ricette, dei tuoi commenti?
    Informala un po', va', che a quelli delle tempeste solari ci penso io :-)
    qua la mano, sorella, ghimmifaiv :-)
    ale

    RispondiElimina
  37. Cara Stefania, consolati, perchè anche se non vivo nel deserto, i problemi con l'adsl non mancano neppure qui, e le risposte ricevute sono più o meno le stesse, tranne quella della tempesta solare!!!
    Queste mini pies le proverò sicuramente, sia con il ripieno che hai proposto tu (adoro tutti i tipi di cavolo...), sia con altri tipi... Grazie come sempre!

    RispondiElimina
  38. ... dimenticavo! Ho una deliziosa cicatrice sul gomito sinistro, che mi ricorda sempre che, quando stiro, non devo distrarmi... :-(

    RispondiElimina
  39. Oh ci son passata....ma per fortuna non ho avuto incidenti e nessuna tempesta solare :) (questa è stata il massimo!) favolose ste pie...la Martha ha sempre buonissime idee! ;)

    RispondiElimina
  40. E se sostituisse con del parmigiano? D'altronde se sei riuscita tu a sopravvivere ad una settimana così (ma perché hai l'asciugatrice in un paese caldo?), potrà sopravvivere il sapore di questa specie di brisè... o no?

    RispondiElimina
  41. No non farti i tattoo da sola :-p Queste mini pies sono favolose sopratutto il ripieno! Baci

    RispondiElimina
  42. carinissime e anche molto sfiziose!
    ciao ^__^

    RispondiElimina
  43. hahahah, quella della tempesta solare e' fantastica!!!! :-)
    Ma le tue tortine sono molto meglio!
    Sto riemergendo pian piano da una tempesta di lavoro che mi ha sommersa nell'ultimo mese e queste pies mi fanno sentire a casa!!!!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  44. ehehe ti capisco eccome ..neanche tanti mesi fa ero rimasta per un mese senza internet per l'errore del gestore...e ho avuto delle conversazioni telefoniche che ne uscirebbe una bella commedia(anche se a me veniva da piangere::). particolare e di stagione questo abbinamento, poi quà nelle Langhe piemontesi le nocciole non solo sono di casa ma anche le migliori al mondo:).Bentornat@ A presto.

    RispondiElimina
  45. Bellissime, davvero molto chic....

    Per lo stirare, concordo, quando io mi rassegno alla pila di panni è per due motivi: o la pila sta per crollare o....sono davvero molto nervosa, per cui spesso finisco anche io con le bruciature da vapore, garantisco che sono altrettanto dolorose rispetto a quelle da contatto ferro-manine sante!!!

    a presto!!!

    RispondiElimina
  46. mi disp per la tua scottatura!!!un bacio p.s.la ricetta e favolosa!!!!

    RispondiElimina
  47. i cavolfiori quest'anno son venuti fuori molto prima del solito nell'orto del mio Papà. Pensa che ha dovuto piantarne di nuovi per averli anche in inverno! E cavolina appena torno a casa queste qui le propongo alla Mamma!

    RispondiElimina
  48. domanda scema: come mai l'asciugatrice in Arabia? E' proibito stendere al sole? (scusa l'ignoranza abissale ma proprio on ne ho idea..)

    rimettiti della scottatura, dai che questi meravigliosi pie aiutano!!! =P
    Chiara

    RispondiElimina
  49. sempre delle idee meravigliose, ti pare che non provi anche questa pasta??? almeno smetterò di fare la sfoglia furba, io e i miei figli ci abbiamo già preso un paio di kg..e lo dovevi scrivere che da dipendenza!!!!

    RispondiElimina
  50. Mi dispiace per la bruciatura ma sono convinta che ti sei consolata con questa bontà besos

    RispondiElimina
  51. Stefi eccoti! Non parliamo di lavori domestici, per favore! Io da quando mi hanno licenziata, ai primi di settembre, non faccio altro che volteggiare per casa a fare pulizie...dovrò pur impegnare il tempo libero! Quando si tratta di stirare però passo volentieri ...mi deprime troppo e poi non lo so neanche fare!!
    Buone queste mini pies :-))
    A presto

    RispondiElimina
  52. Che buone..le proverò sicuramente..
    baci

    RispondiElimina
  53. A qualcuno può sembrare irrilevante avere o meno la connnessione ad internet, non a me... quindi ti capisco benissimo! Ma stirare!??!! In alternativa potevi fare shopping! E' sempre una buona soluzione!

    RispondiElimina
  54. Ciao, finalmente è tornato il tempo deo cavolfiore! Sfiziosissime e ricercate queste tortine! A partire dalla pasta saporita e dalla strana consistenza, fino al ripieno dolce e profumato.
    La preparazione poi è così semplice...
    Una ricetta che ti copiamo il prima possibile!
    baci baci

    RispondiElimina
  55. Spero che la tempesta solare non abbia la capacità di influenzare i lavori edili: mi mancherebbe solo questa... Avendo già provato sia i guai con i providers che gli incontri ravvicinati con il ferro da stiro. Mi manca invece la tempesta di sabbia, così come l'accoppiata cavoli e nocciole dentro una pie: per la prima vorrei soprassedere, mentre per la seconda mi candido. Appena avrò ripreso il controllo di questa mia casa. Con annessa cucina...
    Un carissimo saluto,

    Sabrine

    RispondiElimina
  56. A questo punto direi che la mancanza di internet ha effetti collaterali pericolosi e insospettabili... Sorrido ancora :-)
    Intanto cerco di immaginarmi mangiando questa pie. Baci

    RispondiElimina
  57. ei pare che abiti nel deserto!!!!!ahahah! deliziose le tortine!

    RispondiElimina
  58. @ franci e vale: beh l'aperitivo sicuramente no, il resto si può anche fare...ma non tutti i giorni per oltre una settimana!!!

    @ Greta: ci manca solo che venga qualcuno a minacciarmi con una pistola!

    @ Mascia: mille grazie!

    @ Natalia: beh, e tu mettici un altro formaggio che gli piace ;-)

    @ due bionde in cucina: se il sogno ti ha fatto visualizzare la roba da stirare non è che fosse granchè :-)

    @ Gambetto: tu scherzi, ma il bello è che lo so che c'è stata davvero!!! solo non credo che colpisca solo casa mia e non quella dei vicini con cui confiniamo...Quanto al meno burro, non hai visto ancora niente, aspetta la prossima ricetta :-))))

    @ l'albero della carambola: me lo chiedo anche io! ma ci si abitua presto alle novità...

    @ Mary: grazie!

    @ Glo83: ecco, dì loro di prendere spunto da qui..

    @ Titti@CuisineOblige: grazie, a noi siamo piaciute tanto!

    @ Francesca: credimi sulla parola, e mettici quello che vuoi, mi saprai dire...

    @ giulia pignatelli: eh si, fa maluccio...

    @ titty: e si, mi sono tatuata in pratica :-(

    @ EliFla: no, aspetta, lo scorpione non c'era sul serio :-) ma lo uso per non raccontare che invece mi ha battuto il ferro...

    @ Ilaria: ecco, brava!! O per un saluto su skype con mia sorella...

    @ Mariangela: e credimi, qui essere tagliati fuori è proprio letterale :-)

    @ Letiziando: ti pare di vedermi, vero??? :-)

    @ Emanuela-Pane, burro e alici: non parlarmi di caramello, mi ha causato un altro tatuaggio indelebile sulla mano...

    @ dolci a gogo: poi vengo a dare un'occhiata, grazie Imma :-)

    RispondiElimina
  59. dai Stefy, mettila così col racconto ai posteri: In quanto potranno raccontare di una tempesta solare?????? Già questo ti ripaga di tanto stress, ti pare? :D
    queste mini pie sono deliziose, voglio pensare che l'assenza dell' adsl dia spazio ad idee meravigliose, me ne ricorderò per quando succederà a me, perchè lo sai no? la vita è una ruota che gira oggi a te, domani a me ;)
    Un bacione

    RispondiElimina
  60. uno scorpione????mi si è gelato il sangue! quindi anche da voi l'assistenza di qualsiasi cosa risponde con le stesse cretinate...bene, mi consolo, pensavo solo in Italia. Bella questa ricetta, ma sono ancora ferma ai cornetti...stiamo litigando da un pò, ma come te, voglio avere la meglio!

    RispondiElimina
  61. dalla fredda e grigia Olanda alla assolata Arabia in un click: come faremmo senza intenet?!? Ho scoperto il tuo blog da pochi giorni ed hai proprio ragione: la vanita' e' peccato e chi lo commette verra' punito! Credevo di saper scrivere, credevo di saper cucinare...ora che faccio? ventre a terra, orecchie basse e coda tra le gambe mi dileguo sperando che nessuno abbia ancora notato la mia pochezza? No, sarebbe da vili: Io, invece, resto e osservo e imparo da quelli come te....ma ce ne sono altri? Complimenti per tutto: esilaranti racconti, originali ricette e foto bellissime.

    RispondiElimina
  62. Mi ispirano moltissimo, anche il ripieno ... il cavolfiore arrostito non lo avevo mai sentito.
    brava come sempre
    a presto

    RispondiElimina
  63. Ahahahahaa...io adoro stirare invece... :P
    Questa tua ricetta cade proprio a pennello..perchè non sapevo che fine far fare al povero cavolfiore che è stipato nel mio frigo :-)
    Grazieeeeeeee

    RispondiElimina
  64. Sapessi quante ferite da guerra...con il ferro, con il forno, con uno schizzo d'olio...maleddetta me che mi sono messa a friggere..
    Ci vorranno degli anni prima che scompaiano..
    Ma queste golosità spariranno subito appena le preparerò...anzi le tengo presenti per il menù di Natale.
    baci

    RispondiElimina
  65. Che la mancanza di internet renda nervosi lo so bene anch'io, purtroppo :(!
    E le mini pies sono bellissime e mi piace l'idea di utilizzare per il ripieno il cavolfiore, che non ho mai mangiato arrostito, lo proverò ^__^!
    Giuliana

    RispondiElimina
  66. ho seguito una intensa disintossicazione tempo fa e adesso riesco tranquillamente a stare senza per settimane, al caso.
    certo, io non ho i tuoi impegni web per cui le cose si affrontano in modi del tutto diversi.

    ti voglio ringraziare per la gentilezza che sempre mantieni e la voglia di seguire e rispondere sempre a tutti, fa di te un piacevolissimo spazio da frequentare in rete. +quindi non puoi farne a meno, dell'ADSL, eccertocheno :))))
    BArbara

    RispondiElimina
  67. Davvero bravissima complimenti!
    Mi unisco molto volentieri al tuo blog..

    se ti và passa a trovarmi ti aspetto! :)
    http://cupcakes-site.blogspot.com/

    RispondiElimina
  68. Bellissima ricetta mi ispira moltissimo , chissà a Natale ^_*
    bravissima buon fine settimana Anna

    RispondiElimina
  69. bUONGIORNO Stefania :) cavoli... quella della tempesta solare non l'ho mai sentita, giuro! Tutte ma quella no! Anche io ho avuto seri problemi con l'adsl per circa una settimana, fino a qualche giorno fa (da lunedì va meglio). Praticamente non andava, c'è poco da dire. Io ho l'adsl con Tiscali.. faccio nomi senza problemi (e se ci fosse un cognome lo direi altrettanto senza problemi!). Se cambi provider tienimi aggiornata, così ti seguo a ruota!

    mi spiace un sacco per la scottatura :\ scommetto che ti saresti sentita più a posto con te stessa se ti fossi bruciata col fornello o con il forno, eh? :D scherzi a parte... per un insetto come quello - io ho una repulsione per gli insetti che solo chiamarli per nome mi viene la pelle d'oca - probabilmente mi sarei ustionata pure io! :(

    Mi hai invogliato a provare questa sfoglia cara, perché ne parli come una pasta davvero speciale. E se la usassi solo come "involucro", senza chiuderla? Andrebbe bene lo stesso? Fammi sapere :) che belle e che buone queste Pie! Mi hai fatto venire anche la voglia di quel libro... com'è??

    Manuela :)

    RispondiElimina
  70. Li vorrei proprio assaggiare, mi intrigano molto...buon we, ciao.

    RispondiElimina
  71. ma che bella ricetta, mi ispira tutto dalla pasta al cavolfiore arrostito alle nocciole, bravissima!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  72. si,questa pasta mi ispira decisamente.devo provarla!:)

    RispondiElimina
  73. Il ripieno di queste mini pie mi incuriosisce ma è anche quell'impasto che sembra molto friabile che vorrei provare.
    Questa della tempesta solare è proprio insuperabile! :)) mai sentita prima

    RispondiElimina
  74. cavolfiore e nocciole è da provare!
    vedo, che come me, la pasta ha incuriosito parecchi lettori... ti sapremo dire ;-)
    buon fine settimana.

    RispondiElimina
  75. Sempre strepitosi i tuoi racconti (ormai sono un appuntamento fisso...) e sempre interessanti le ricette che pubblichi: io facevo uno sformato cavolfiore e nocciole, ricetta che ho postato tempo fa, ma anche la versione pies mi intriga...Copio! baci simo

    RispondiElimina
  76. Ti confesso che il ripieno non credo sarebbe di gradimento alla dolce meta'....personalmente amo il cavolfiore ma, come si dice, non a tutti piace ;)
    pero' segno la pasta, sembra interessante. Secondo te si potrebbe usare anche per delle tartellette?
    Buon weekend

    PS; scusa la domanda, ma sono un po' confusa...ma a cosa serve l'asciugatrice nel deserto?!?

    RispondiElimina
  77. @ Marina@QCne: ma guarda che anche senza impastatrice si riesce...

    @ marika: prode eroina mi piace :-)))

    @ Monica-Un biscotto al giorno: eh si, mi sa che anche io in futuro potrò fregiarmi della cicatrice...

    @ meggy: ho visto, abbiamo avuto la stessa ispirazione!

    @ Provare per Gustare: oddio!!! fa ridere ma chissà che male!!!

    @ cucino IO: si, tutto insieme!!!

    @ CarlottaD: quanto hai ragione!!!

    @ Ely: grazie mille :-)

    @ Raffaella: guarda, anche se il cavolo non ti piace usa la pasta per riempirla con un'altra cosa, vedrai!

    @ Patty: parole di grande saggezza, ed infatti questo è il motivo che il 99% delle donne che conosco è wonder woman sul serio ;-)

    @ annamaria: che carina sei :-)

    @ Cristina: :-)

    @ Chiara: magari!!!

    @ lucy: ho pure cucinato, in realtà, ma senza bruciarmi :-)

    @ alessandra (raravis): ale, sono io in astinenza da te!!!!

    @ aleonlykitchen: un po' mi consola, ma certo che siamo messi proprio male...

    @ terry: Martha è un genio!

    @ fantasie: l'asciugatrice era nella dotazione di casa, serve perchè abbiamo parecchie tempeste di sabbia e ti trovi il bucato color...sabbia :-) E il parmigiano va benissimo!

    @ Ombretta: ci ho provato!!!

    @ Caia: grazie!

    @ piccoLINA: tempesta di lavoro? meglio quella solare, va!

    RispondiElimina
  78. @ Ancutza: oh mamma! consolati con le tue ottime nocciole, piuttosto...

    @ Artù: pure tu!!!

    @ tina: grazie!

    @ Cleare: mi fa piacere :-)

    @ cavoliamerenda: no, non è vietato, ma le tempeste di sabbia che capitano all'improvviso ti fanno trovare tutto coperto di uno spesso strato di sabbia!!!

    @ Le pellegrine Artusi: davvero??? mi fa piacere che lo abbiate scoperto...;-)

    @ Valentina: eh si..;-)

    @ Giovanna: :-)

    @ Rosalba: infatti !!! lo odio perchè non sono capace!

    @ Sognando Dolcezze: grazie!

    @ Framm: ma non per una settimana di fila...;-)

    @ lerocherhotel: grazie!

    @ Manuela e Silvia: grazie mie care :-)

    @ Sabrine d'Aunergine: santo cielo, ti ci manca solo questa...

    @ Edda: pericolosissimi!!!!

    @ sulemaniche: vero, eh?

    @ viola: ma speriamo che non capiti a nessuno!!! :-)

    @ Aria: e ci riuscirai ;-)

    @ Roberta: oh mamma, che esagerata!!! ma grazie di tutte queste gentilezze :-)

    @ Manuela: fidati, è molto meglio che bollito o al vapore!

    @ Taty: beata te!!!!

    @ Mammazan: hai ragione, non sfigurerebbero!

    @ Satsuki10: vedrai, il cavolfiore arrostito è una scoperta!

    @ .B.: lo so che ci sono problemi peggiori...ma no poter chattare con mia sorella per me è una tragedia!!!! :-)

    @ Cuppy: grazie e benvenuta!

    @ Anna: grazie ed altrettanto a te :-)

    @ fiOrdivanilla: non credo che sapere che passo alla Saudi Telecom possa aiutarti, piuttosto in Italia ho sentito parecchi avere problemi con il tuo stesso provider...quanto alla pasta, si, credo si possa anche non chiudere. Fammi sapere se sperimenti!

    @ Max: ti ringrazio!

    @ colombina: grazie!

    @ Giovanna-Briciole di dolcezza: sei gentile, grazie.

    @ Kitty's Kitchen: friabilissimo e particolare!

    @ Betty: aspetto, allora :-)

    @ l'albero della carambola: non lo ricordo, vengo a cercarlo :-)

    @ elenuccia: si, anche le tartellette vengono bene. L'asciugatrice serve ad evitare che il bucato si ricopra di sabbia :-)

    RispondiElimina
  79. quella che mi è piaciuta di più è stata la tempesta solare! eh eh eh
    buone le mini pie, ottimo il cavolo arrosto!

    RispondiElimina
  80. ihihi.... dovrebbe cadere anche a me la connessione x stirare! mannaggia per la scottatura..io me le faccio sempre in cucina..si vede che odio stirare eh! :D buonissime queste tortine! oggi ho visto il cvavolfiore non l'ho preso.. fa ancora troppo caldo non mi va ma lo adoro!baciotti cara!

    RispondiElimina
  81. Ti credo benissimo,
    un timbro simile l'ho pure io a fianco dell'ombelico,a memoria che stirare con le magliette corte non va mai fatto...
    ;-)

    RispondiElimina
  82. prendivo in positivo ci hai preparato questa squisitezza

    RispondiElimina
  83. Ciao, è sempre un piacere leggere i tuoi aneddoti ironici e le tue proposte culinarie, beh che dire mi piacciono moltissimo anche questa la trovo stupenda per un buffet, a presto Alex

    RispondiElimina
  84. Ma ti serve l'asciugatrice li'? Non fa abbastanza caldo secco? Spiega che sono curiosa :-), pensavo che una 'tempesta solare' facesse bene almeno ai panni! O forse la sabbia e' il problema.

    Come vedi io chiedo prima per i panni e poi per l'internet!

    Carine le tortine :-)

    Ciao
    a.

    RispondiElimina
  85. @ Gio: infatti!!!

    @ vickyart: davvero, ancora tanto caldo?

    @ Gaia: non ci credo!!! anche io ne ho uno lì, dovuto ad una teglia di pizza però :-)

    @ Gunther: ma si, mi sono consolata...

    @ alex: ti ringrazio!

    @ Alessandra: è per la troppa sabbia e le tempeste di sabbia, appunto, non quelle solari :-)))

    RispondiElimina
  86. Ottimi questi tortini, a me piace molto il cavolfiore e prendo la ricetta per farli. Buona domenica, Laura

    RispondiElimina
  87. wonder woman alle prese con ADSL abbattuto dalla tempesta solare..ahahah! e non mi parlare di tatuaggi: io dal ferro, dal forno, perfino dal bordo-pentola :-(
    Oggi hai risposto ad una domanda che da tempo ti volevo fare: la donna delle pulizie. Da noi le faccende domestiche sono una cosa tutta al femminile... mi illumini con l'immagine del ragazzo arabo che stira (pensiero che mi spiazza!)
    Mi prendo una di queste pies, che sono da colesterolo a mille, ma buonissime! bacione

    RispondiElimina
  88. Grazie della visita e del commento! Maaaa...sei sicura che noi donne abbiamo sempre ragione? Proprio tutte? Anche la tua inetta vicina? A presto e grazie ancora

    RispondiElimina
  89. caspita, ancora problemi con l'adsl... mi spiace, mannaggia... mi spiace per la lavatrice, sia chiaro eheh :)
    e queste tortine salate? sono squisitissime, il che vuol dire che le proverò, com'è d'uopo! un bacione :)

    RispondiElimina
  90. @ matematicaecucina: ti ringrazio :-)

    @ Maria: :-)

    @ Cinzia: però non arabo...viene dallo Sri Lanka. Gli arabi non puliscono...

    @ roberta: beh, quasi tutte ;-)

    @ Le ricette dell'Amore Vero: eh si, la saga continua...;-)

    RispondiElimina
  91. Como soy española, le pondré el buen queso manchego que cita la autora!!!Haré la masa que dices que está tan rica. Gracias por compartir la receta, me gusta tu blog, me quedo con, tu permiso. Un saludo.

    RispondiElimina
  92. me li ero persi, forse perchè ho ancora il veto per cavoli e cavolfior.il marito che come sai non li ama molto, mi ha chiesto gentilmente di aspettare ancora qualche settimana, prima di farlo ingozzare di broccoli, broccoletti e c. quindi me la segno, perchè mi piace un sacco e tra qualche settimana ti sapro dire:DDD

    RispondiElimina
  93. che connubio particolare! assolutamente da provare!
    baci

    Pat e spery

    RispondiElimina
  94. Ma che meraviglia!
    Davvero interessanti!

    RispondiElimina
  95. Hahahahaha già ti vedo in preda al panico che ogni 2x3 ricontrolli se internet ha ripreso a funzionare...
    E come ti capisco, qui ogni minuto abbiamo problemi di linea...
    Curiosa questa ricetta, non l'avevo mai sentita, ma la proverò!
    Baci!
    E in bocca al lupo per internet!!!
    P:S:tu abitassi più vicina ti direi di usare il mio pc...
    Ma siamo lontane lontane, comunque, se tutto va bene, stiamo programmando marrakech

    RispondiElimina
  96. @ Labidù: ecco, ora sono curiosissima di assaggiarlo!

    @ Genny: allora aspetto ;-)

    @ Pat e Spery: ma incredibilmente azzeccato :-)

    @ meandfrankandavalon: ;-)

    @ Shamira Gatta: grazie dell'offerta ;-)

    RispondiElimina
  97. spettacolari, mi devo assolutamente cimentare in pies, quiches, sfoglie etc....questa è la prima che provo!!

    RispondiElimina
  98. mi ero onestamente chiesta che pena comportasse l'ostentazione pubblica di una fila di mutande =)
    ma se fosssero virili andrebbe bene?

    paese che vai, usanze che trovi, pronta coi baffi mi raccomando!!!

    RispondiElimina
  99. Si, si puo'! E poi io vivo in un centro residenziale riservato agli occidentali, le mutande esposte non scandalizzerebbero nessuno ;-)

    RispondiElimina

Leggi i post precedenti: